Sorrento. Si riparte dal Sarrabus, Maiuri: “Proviamoa vincerle tutte”

Ricomincia dal Sarrabus la corsa del Sorrento: sei partite alla fine della stagione e rossoneri in testa alla classifica insieme alla Paganese con la Casertana staccata invece di tre punti. Dopo la sosta la squadra di Maiuri è attesa dal match casalingo contro i sardi, che sta facendo registrare già in prevendita grande interesse da parte dei sostenitori sorrentini:

“Siamo mentalizzati e con umiltà provare a vincere ogni gara da qui alla fine – spiega il tecnico del Sorrento -. Ci siamo allenati bene e siamo pronti ad affrontare una partita che nasconde tantissime insidie perché il Sarrabus è una squadra di qualità. Dobbiamo mettere in campo quello che sappiamo fare e dobbiamo farlo nel migliore dei modi, quindi scendendo in campo con il massimo della concentrazione”.

Maiuri ha in testa solo i 90′ di domenica: “Sarebbe assurdo guardare più avanti, guai a pensare alla Casertana. Cerchiamo, tutti insieme e con il supporto del pubblico, di superare l’ostacolo Sarrabus con l’atteggiamento idoneo ad una sfida del genere”.

Inutile fare calcoli di sorta, a questo punto della stagione c’è solo da mettere in campo tutto ciò che si ha: “Non conta più nulla, non contano investimenti o budget quando mancano sei giornate – continua con grande onestà intellettuale Maiuri -. Ci si potrebbe nascondere dietro una roba del genere ma non è mio costume, anzi il Sorrento è stata la squadra che per più tempo è stata in testa e quindi non vedo perché non dovremmo chiudere alla grande questa stagione. Andiamo avanti per la nostra strada, dobbiamo sentire e gestire la pressione perché siamo una squadra forte che non ha nulla in meno delle rivali. Anzi, questo tipo di pressione ce lo dobbiamo godere per trasformarla in prestazioni ottimali sotto ogni punti di vista”.