Sorrento. Liccardi e il suo arrivo in costiera: “Ringrazio Amodio. Qui per far esultare tanto i tifosi”

Un colpo importante da parte del ds Antonio Amodio che riesce a portare al Sorrento l’attaccante napoletano, classe 1989, Vincenzo Liccardi proveniente da una stagione divisa a metà tra Scafatese e Ancona. Tante le motivazioni dell’atleta che si presenta così alla piazza rossonera: “Cosa mi ha spinto a sposare questo progetto? Il fascino di una società storica e la serietà della dirigenza, oltre alla voglia di affermarmi in serie D ad alti livelli. Ringrazio il mio procuratore Antimo Di Lorenzo che ha curato al meglio la trattativa”.

GLI OBIETTIVI: “E’ bastato pochissimo per trovare l’accordo perchè l’idea di giocare per il Sorrento mi ha convinto subito. Gli obiettivi personali sono uguali a quelli di squadra. Più gol riesco a realizzare meglio sarà per tutto il team”.

SERIE D: “Quelli del sud saranno tutti dei gironi affascinanti, certamente tra i più duri d’Italia. Ci sono piazze prestigiose come Taranto e Messina oltre a tanti calciatori validissimi e piazze blasonate. Qualsiasi sarà il nostro raggruppamento sarà molto competitivo”.

LICCARDI: “Non mi reputo un attaccante statico visto che amo smistare su tutto il fronte offensivo e attaccare la profondità che è la cosa più letale per una difesa. Vista la mia stazza cerco di farmi valere sui colpi di testa. La mia ultima stagione è stata in chiaro-scuro dato che ero partito con la Scafatese per poi chiudere ottimamente con l’Ancona con cui ho fatto quattro gol in sette presenze. Sono pronto per dire la mia anche in D”.

MESSAGGIO: “Ringrazio i tifosi per l’affetto che mi hanno dimostrato dopo la firma. Metterò sempre il massimo impegno rispettando la maglia sia dentro che fuori dal campo. Sono qui per cercare di farli esultare tanto”.

AMODIO: “Ringrazio pubblicamente il ds Amodio che ha dimostrato grande interesse per me. E’ un direttore giovane che ha tutte le carte in regola per fare tanta strada”.

DI ALESSIO PETRALLA

Condividi