ShedirPharma Sorrento a mani vuote da Tricase

Seconda sconfitta consecutiva per la ShedirPharma Sorrento, che dopo i 4 punti raccolti nelle ultime 3 gare, esce a mani vuote dalla trasferta di Tricase incassando il secondo 0-3 stagionale dopo quello maturato tra le mura amiche contro la capolista Catania.

La tensione si taglia con il coltello. Tanti gli errori da una parte e dell’altra, con gli uomini di coach Nicola Esposito che riescono a tenere il passo dei salentini soltanto nei primi due set, salvo cedere il passo nelle battute finali grazie a un super Vaskelis (22 punti su 29 attacchi con il 76%). Cala il muro-difesa nel terzo parziale, e Lecce ottiene subito un break pesante che mantiene fino alla fine senza rischiare mai nulla. Per i salentini dell’ex Alessio Ferrini si tratta della terza vittoria nelle ultime quattro gare, con una classifica che diventa sempre più corta.

La ShedirPharma Sorrento parte con la diagonale Aprea/Albergati, Starace e Cuminetti in posto 4, Remo e Buzzi centrali, Donati libero. Risponde Lecce con Tulone/Vaskelis, Ferrini/Mazzone, Pepe/Agrusti, Morciano libero.

PRIMO SET. Subito doppio vantaggio Sorrento con Starace ed un ace di Albergati su Morciano, ma i padroni di casa recuperano immediatamente con Vaskelis e Mazzone (2-2). Cuminetti supera il muro a 3 con un lob delizioso, Albergati incrocia, quindi Cuminetti piega le mani del muro salentino con un attacco violentissimo (4-6). Buzzi replica a Ferrini (5-7), ma Lecce rientra con due punti di fila di Vaskelis (7-7). Ferrini serve out (8-9), Mazzone non perdona, Cuminetti bombarda in pipe (10-10), ma i padroni di casa accelerano grazie ai colpi di Vaskelis (15-12). Aprea salva in tuffo su Ferrini, Starace non passa, ma Mazzone in pipe spedisce fuori (16-14). Nuovo slancio Lecce (20-16), coach Esposito ferma tutto, entra Maretti al servizio, poi il velo di capitan Aprea destabilizza i pugliesi che fan cadere la ricezione di Starace nel proprio campo (21-18). Albergati non perdona al secondo tentativo in diagonale (22-19), entrano Piedepalumbo e Grimaldi, ma gli uomini di Bua restano concentrati e chiudono 25-20 sul block-out del solito Vaskelis.

SECONDO SET.  Lecce prova a spingere fin dai primi scambi (2-0), Starace premia la perfetta ricezione di Donati su Ferrini, Remo pizzica la riga esterna in primo tempo, e due ace chirurgiche griffate Albergati su Ferrini e Morciano spingono coach Bua a fermare temporaneamente le ostilità (3-5). Lecce rientra, Cuminetti è letale in diagonale, quindi un lunghissimo scambio è chiuso dall’attacco sontuoso di Remo nei 3 metri (8-8). Vaskelis e Ferrini sbagliano dai 9 metri, Albergati stringe il colpo e chiude di precisione, Starace non perdona in lungolinea (12-12), ma Vaskelis sale in cattedra e porta Lecce a +2 (16-14). Cuminetti finalizza con un diagonale stretto la ricezione di Donati su Vaskelis, Starace sfonda il muro a 3 dei salentini (17-16), Pepe serve in mezzo al net e la slash di Starace impatta sul 18-18. Piedepalumbo imbecca Starace, Vaskelis allunga (21-19) e coach Esposito ferma le ostilità per dare le ultime indicazioni ai suoi ragazzi. Vaskelis non perde colpi (23-20), Giacomini sbaglia il servizio, ed alla prima occasione utile Lecce chiude con il muro di Pepe che vale il 25-21.

TERZO SET. Subito 2-0 Lecce, Cuminetti chiude dopo la difesa di Donati su Vaskelis, Agrusti fa male, ma l’ace di Cuminetti su Mazzone ristabilisce subito la parità (4-4). Perfetta combinazione sull’asse Piedepalumbo/Remo, ma Lecce accelera e vola sull’8-5 costringendo Sorrento a chiedere time-out. Monster block griffato Buzzi su Mazzone (9-7), Lecce è fallosa al servizio, Buzzi trova un primo tempo siderale e l’attacco out di Mazzone porta Sorrento a -1 (11-10). I padroni di casa allungano sul turno al servizio di Tulone (14-10), coach Esposito si gioca l’ultima sospensione tecnica, ma la pausa non scalfisce le certezze dei salentini che si portano sul 16-11. Il roster costiero si aggrappa alle ultime speranze di restare in partita (17-14), ma Vaskelis (25 punti con il 76% in attacco) è incontenibile e Lecce mette una seria ipoteca sui 3 punti (22-16). Albergati non molla, Gargiulo entra per il servizio, Remo vince il duello con Del Campo (22-18), Tulone sbaglia dai 9 metri, Albergati cerca la precisione, ma Lecce mette la parola fine al match sul primo tempo di Agrusti (25-19)

Il coach Nicola Esposito  “Per la prima volta in stagione abbiamo letteralmente steccato la partita. È stato fatto poco per vincerla o quantomeno allungarla, e questo è il rammarico più grande. Affrontavamo una squadra con elementi di spicco, rinforzatasi con un opposto fuori categoria. Il risultato era praticamente scritto: il cambio palla ha funzionato a fasi alterne, mentre è stato difficilissimo costruire break, perché in battuta non siamo stati incisivi, ed in difesa abbiamo avuto difficoltà a tirar su qualcosa. Ora il calendario si fa duro, e dovremo alzare il livello per dare la sorpresa”

AURISPA LIBELLULA LECCE – SHEDIRPHARMA SORRENTO 3-0 (25-20, 25-21, 25-19)

AURISPA LIBELLULA LECCE: Tulone 2, Vaskelis 25, Ferrini 8, Mazzone 7, Pepe 3, Agrusti 7, Morciano (L). Cambi: Giacomini, Del Campo, Giaffreda (L), Carachino 1. N.e.: Coppola, Fortes, Bello. All: G. Bua.

SHEDIRPHARMA SORRENTO: Aprea 2, Albergati 10, Starace 11, Cuminetti 7, Remo 2, Buzzi 4, Donati (L). Cambi: Maretti, Piedepalumbo, Imperatore, Gargiulo, Grimaldi. N.e.: Pontecorvo (L). All: N. Esposito.

Primo Arbitro: Walter Stancati
Secondo Arbitro: Michele Marconi

Durata Set: 28′, 30′, 27′.

Ace: 3-4. Battute Sbagliate: 16-16. Muri: 6-2.