Serie D H/I. Clamorosa sconfitta Nocerina: il punto della 23esima giornata

Poche sorprese nei risultati del girone H di Serie D, ma a stupire è sicuramente la sfida tra il Potenza e la Nocerina che deve i molossi uscire sconfitti dalla sfida contro i lucani. Una sconfitta, però, forse immeritata per i molossi che riescono a dominare l’intero primo tempo grazie alla rete di Cacace dal dischetto del rigore per un fallo su Siclari. Nonostante il vantaggio la squadra di Simonelli tenta in tutti i modi di allungare, ma non ci riesce. Nel secondo tempo il Potenza entra in campo con il piglio giusto per pressare e cercare il pareggio, che arriva su una bellissima conclusione di Guaita che batte Sommariva in uscita. Appena pochi minuti dopo arriva anche il raddoppio dei lucani, grazie alla conclusione di Pepe. Il giocatore batte una punizione, che dopo l’impatto con la barriera cambia la sua traiettoria diventando imparabile per il portiere rossonero. Ultimi minuti intensi, ma il risultato non cambia più. La Nocerina rischia di perdere la scia del Trastevere allungando la distanza +7.

I laziali infatti escono dal proprio campo di gioco con un risultato molto importante, cioè la vittoria per 1 a 0 sull’Herculaneum di Camapana. Risutato maturato al 37′ del primo tempo grazie alla conclusione di Tajarol. Il trastevere nel corso della partita prova a trovare più volte il gol, ma ci riesce solo nell’occasione sopracitata. Nel secondo tempo, con i granata in dieci, il Trastevere prova a creare altri problemi, ma Mennella è bravo a parare. Decisivo il portiere granata anche su un calcio di rigore concesso nella parte finale del match. Si aggrava la situazione della squadra ercolanese, che scivola in zona play-out, mentre i laziali volano e allontanano la Nocerina.

A Vallo della Lucania la Gelbison attende il Bisceglie per lo scontro per la zona play-off. Va in scena un match molto combattuto con tanti falli e poche occasione da gol. Il risultato infatti resta incerottato per gran parte della partita. Il Bisceglie la sblocca solo al 57′ grazie alla conclusione di Montaldi. La Gelbison di certo non è contenta di perdere sul proprio campo ed infatti cerca il gol del pareggio, che arriva solo all’84’ grazie al tandem Cappiello-Ferraioli. Nel finale De Feo sfora il gol della vittoria, ma è bravo il portiere avversario a deviare con la punta delle dita.

Risultato scontato tra Gravina ed Agropoli. I pugliesi asfaltano i delfini con un clamoroso 4 a 0. Troppo presto per vedersi la mano di Sorianiello, alle prese con una situazione davvero molto critica e chiamato al miracolo sportivo. Infatti adesso l’Agropoli è al quartultimo posto con in classifica a quota 20 punti con le altre dietro tutte a quota 16.

Nel Girone I già si conosceva il risultato di Gragnano-Due Torri per via della rinuncia dei siciliani. Partita combattuta tra Sarnese ed Aversa Normanna, un match per la salvezza. Tra le due formazioni, però, finisce in parità con un 2 a 2 che soddisfa a metà. Ad aprire le marcature ci pensa Mangiapia, che poi viene raggiunto dal sarnese Cacciottolo e Figliola allunga. La partita termina, però dopo l’aggancio dell’Aversa grazie al gol di Ramaglia.

Dopo il pareggio contro la Frattese, il Pomigliano inanella un’altro risultato positivo, il pareggio contro il Castrovillari. Un risultato, però, poco soddisfacente per gli uomini di Seno che avevano a che fare con un match abbordabile. Il risultato matura nel secondo tempo con Pisani che apre le marcature al 48′. Il Pomigliano riesce a gestire il match ed il risultato fino al 71′ quando Opoku segna il gol del pareggio.

Il terzo pareggio di giornata arriva dal campo del Gladiator, dove gli uomini di Grimaldi si fermano sull’1 a 1 contro la Palmese. Un punto d’oro per i nerazzurri che riescono a racimolare posizioni i classifica ottime per la questione salvezza. Dopo circa venti minuti privi di emozione arrivano le prime conclusioni da parte del Gladiator che riesce poi ad insaccare al 36′ con Pastore. Il secondo tempo è decisamente più emozionante. La Palmese riapre subito i conti e trova il pareggio con Lavella ben servito dall’ex di giornata Criniti. Dopo vari tentativi da un lato e dall’altra il match finisce 1 a 1.

Pokerissimo della Cavese al Lamberti contro la Sancataldese che non riesce ad arginare Gabrielloni e compagni. Gli aquilotti di Longo portano a casa un importante vittoria in virtù della vittoria della Sicula Leonzio e il pareggio tra Igea Virtus e Gela che favorisce le due davanti ma anche il Rende, che con la vittoria sul Sersale avanza nella zona play-off.

Proprio la Sicura Leonzio espusgna lo Ianniello dopo una brillante prestazione dei nerostellati ai quali, però, non basta l’impegno. Apre le marcature Ricciardo, al quale risponde al 17′ Silvestro, ma prima della fine del primo tempo arriva il raddoppio dei siciliani con Galloni. Il risultato non cambia più e si arriva al triplice fischio con il 2 a 1 in favore della Leonzio.

Infine la Turris. I corallini trovano una importante vittoria contro il Roccella mantenendosi imbattuta in terra calabrese. La squadra di Baratto dominano il match e a confermarlo è ance il risultato, 3 a 1 per i torresi, grazie ai gol di Varriale ed Improta al 15′ e 17′. Nel secondo tempo arriva anche il regalo da parte del Roccella, che con un’autogol di Minici porta il risultato sul 3 a 0 per gli ospiti. Al 70′ arriva il gol della bandiera firmato Ficarrota.

Cristina Mariano

Condividi