Serie C. Presentato il pallone della stagione 2020/2021

Svelato il nuovo pallone della stagione 2020/2021 di Serie C. A renderlo noto al pubblico sono stati Lega Pro ed Erreà Sport questa mattina attraverso i propri canali. Il pallone della prossima stagione prende il nome di ‘Connector’. Un nome che fa riferimento proprio alla volontà della Lega Pro del presidente Francesco Ghirelli di essere connessi e presenti il più possibile sul territorio.

Il pallone creato dalla Erreà Sport si mostra innovativo, giovane, allegro e colorato, con i nomi delle regioni di tutta Italia dove la Lega Pro è presente quasi completamente. Il ‘Connector’, definito “Il pallone che fa bene al paese”, è strutturato da 32 pannelli termosaldati che racchiudono un mix di tecnologia e innovazione. Su ogni pannello, colorato di bordeaux, c’è stampato il nome di una regione. Il secondo pallone presentato, invece, è di colore giallo ed è formato sempre da pannelli in bordeaux dove ci sono incisi i nomi delle regioni (CLICCA QUI PER IL VIDEO).

A commentare l’innovativo pallone della stagione 2020/2021 è stato proprio il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli: “Vogliamo rappresentare sempre di più il legame tra calcio, club e territorialità. E questo pallone ne è la sintesi perfetta. Guardiamo al futuro, guardiamo ai giovani, il calcio ha bisogno di loro negli stadi. Il nostro messaggio è esattamente questo. Un pallone parla più di mille parole e racconta emozioni. Spero che Connector ne trasmetta tantissime in questo nuovo anno calcistico che vorremmo fosse quello della rinascita. Mi auguro che sia simbolicamente l’inizio del ritorno del pubblico negli stadi e che ci sia una seria attenuazione dei protocolli sanitari. Il pallone Connector ci aiuti a riannodare i fili della normalità”.

Anche Angelo Gandolfi, Presidente Erreà Sport, sottolinea l’importanza del significato di ‘Connector’: “Siamo estremamente felici e soddisfatti di questo risultato. Abbiamo, in questi mesi, lavorato con grande impegno ed entusiasmo a stretto contatto con Lega Pro, anche noi “interconnessi” a livello di valori, intenti e messaggio che il nuovo pallone ufficiale voleva portare. Credo ci sia davvero bisogno, specialmente in questo momento, di unirsi, capirsi, di riconoscere i valori più belli insiti nell’altro. Solo attraverso questo riconoscimento sarà possibile costruire qualcosa di importante per il nostro futuro. Solo grazie a questa volontà di stringersi e far fronte comune le società del calcio italiano potranno portare nuova linfa vitale, continuare a vivere e ad evolvere. Siamo orgogliosi di aver realizzato ‘il pallone che fa bene al paese’. E’ una mission che ci piace molto e che siamo fieri di sostenere insieme a Lega Pro”.

 

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi