Serie B. Chiusa l’asta “B come Bambini”: di Jaroszynski la maglia dal valore piu’ alto

Si è conclusa dopo 15 settimane l’asta solidale organizzata dalla Lega B per il progetto “B come Bambini“.

Quattrocentonove maglie, 20 fasce da capitano, 5 palloni autografati e 21 pantaloncini in versione limitata, utilizzati durante le gare di Santo Stefano del campionato della Serie BKT, hanno fruttato diverse decine di migliaia di euro che ora serviranno a finanziare i progetti che le fondazioni dei tre più grandi ospedali pediatrici d’Italia, Bambino Gesù di Roma, Gaslini di Genova e Meyer di Firenze hanno realizzato per l’accoglienza dei familiari dei pazienti ricoverati.

Da Nicolussi Caviglia del Perugia, a Salvatore Monaco del Cosenza, da Luca Marrone dell’Ascoli a Christian Maggio del Benevento, ma anche il duo Di Tacchio – Jaroszynski della Salernitana. I giocatori coinvolti in questa iniziativa sono tanti, tantissimi e tutti hanno ottenuto grandi risultati con maglie e pantaloncini acquistati non solo in Italia ma anche in paesi come il Giappone e Stati Uniti. La divisa di Emanuel Vignato, centrocampista promettente del Chievo Verona, per esempio è finita in Inghilterra, molto attive anche Francia, Germania e Spagna tra le altre.

Ma, come abbiamo detto, anche i due tesserati della Salernitana hanno ottenuto ottimi risultati. La maglia di Paweł Jaroszyński, polacco in prestito dal Genoa ai granata di Gian Piero Ventura, è stata venduta col valore piú alto ad un cittadino di Massa Carrara; ma anche lo stesso Francesco Di Tacchio, capitano granata, ha ottenuto ottimi risultati.