Scafatese-Buccino 1-0. Nel segno di Itri, vittoria di misura per i gialloblù

Una Scafatese tutta cuore riesce a portare a casa l’intera posta in palio nella difficile e ardua sfida contro il sempre temibile Buccino, avversario apparso più lucido e prestante soprattutto nella seconda frazione di gioco. Oltre alle assenze di Siciliano e Granata squalificati e di Maraucci e Astarita infortunati, mister De Felice è costretto a fare a meno anche di Angelo Lopetrone dopo i problemi fisici registrati nella sfida contro il Vico, e così ridisegna la sua Scafatese inserendo in campo Manzo, Mejri e Carotenuto, potendo contare su Itri e Gambardella, l’infaticabile Costantino e puntando sul tridente formato di De Vivo, Malafronte e il rientrante Simonetti.

Proprio quest’ultimo è il primo a creare i grattacapi alla retroguardia ospite, al 2′ con un colpo di testa alto su cross di Malafronte e all’8′ con un destro dalla distanza.

Dopo l’inizio di maggior piglio giallobleu gli uomini di Mister Serrapica alzano la cresta e si rendono pericolosi con la ripartenza di Pelosi, con Cappuccio costretto a stendersi sulla sua sinistra e a deviare in angolo. Dall’altro lato del campo Karvelis riesce per ben due volte a dire di no alle incornate aeree del bomber Malafronte, ma nulla può al 39′ quando, dopo angolo procurato da Simonetti, Alessandro Itri trova la zampata vincente che vale l’1-0 e che poi risulterà decisivo.

Nella ripresa la fatica la fa da padrona e il Buccino riesce a stendersi più volte dalle parti di Cappuccio, tanto che proprio l’estremo difensore giallobleu al 51′ deve scegliere benissimo il tempo per l’uscita su una pericolosa ripartenza. Serrapica mette dentro Cozzolino cge al 75′ chiama nuovamente agli straordinari Cappuccio, ma l’occasione più ghiotta per il pareggio capita sui piedi di Gibba al minuto 82, ma l’incrocio destro del calciatore rossonero, subentrato nella ripresa a Corsaro, termina di poco a lato. La Scafatese però non demorde e, nonostante i sette minuti di recupero, gioca con cuore e grinta, trascinata anche da un Costantino entrato letteralmente in trance agonistica nell’ultima mezz’ora.

Il triplice fischio finale di Fabio Della Corte di Napoli regala ai canarini tre punti di importanza vitale per il morale e per la classifica, con la squadra di De Felice che applaude il pubblico festante che, ancora una volta, ha trascinato i suoi beniamini.

Lacrime agli occhi per l’autore del gol decisivo Alessandro Itri che dedica la rete al padre che martedì prossimo dovrà subire un’operazione al cuore.

SCAFATESE: Cappuccio 03, Gambardella, Carotenuto 03 (83′ Formicola 01), Costantino, Mejri, Itri, Simonetti, Cammarota, Malafronte, De Vivo, Manzo.
A disposizione: Farina 01, Formicola 01, Lopetrone, Aiello 03, Balzano 03, Cozzolino 04, Elefante 02.
All: De Felice Severo

BUCCINO: Karvelis 02, Lammardo 02, Grande 01, Corsaro (45′ Gibba), Ghione, Ietto, Senatore, Nembot (95′ Bove 03), Pelosi (60′ Cozzolino 02), Troiano, Sebbouh 02.
A disposizione: Luordo 06, Maltempo 01, Bove 03, Donnantuoni, Sosa 02, Cozzolino 02, Massaro, Aversano 03, Gibba.
All: Serrapica Giovanni

RETI: 39′ Itri

Arbitro: Fabio Della Corte di Napoli
Assistenti: Orazio Nicodemo di Sapri e Luca Vatiero di Agropoli
Note: Ammoniti: Nembot (B), Sebbouh (B), Carotenuto (S), Cammarota (S) . Calci d’angolo: 5-7 .