Savoia Day. “Riscriviamo il futuro insieme”, gli oplontini si presentano alla piazza torrese

Lo stemma biancoscudato. 111 anni di storia scolpiti negli almanacchi italiani. Le tribune colme. I cori si innalzano. Allo stadio “Alfredo Giraud” di Torre Annunziata va di scena l’apice del Savoia Day. Francesca Flavio presenta, il presidente Elena Annunziata, il presidente onorario Alfono Mazzamauro che irrompono sul palco accompagnati dal vicepresidente Renato Mazzamauro e Ciro Mazzamauro. Tempo di presentare anche lo staff dirigenziale, il direttore generale Giovanni Rais e il direttore sportivo Marco Mignano, a cui fa seguito da Roberto Nocerino nella nova veste di responsabile della sicurezza, Luca Espinosa segretario e team manager dei bianchi, infine Nunzio Iovene.

Terminata la presentazione dello staff dirigenziale, prende parola Alfonso Mazzamauro che rivolgendosi ai tifosi: Vi voglio solo ringraziare per tutto. Per quanto riguarda la squadra, abbiamo costruito con il direttore sportivo Mignano un gruppo di persone che conoscono la categoria. Ragazzi scelti dai tecnici in primis per i valori umani, perch√© bisogna essere uomini prima di tutto, poi il valore lo dimostreranno sul campo. Prima di lasciare la parola voglio aggiungere una battuta sul mister, credo che abbiamo preso l’allenatore più forte d’Italia per questa categoria.

La serata prosegue con la presentazione dello staff tecnico con in campo l’allenatore Carmine Parlato, il comandante dell’armata oplontina non può sottrarsi dal proferire parola: Sempre un piacere rivedere i tifosi, mi metto nei panni dei miei ragazzi, ad avere un pubblico del genere vorrei tornare indietro negli anni, quando ero calciatore. Ora, da allenatore, cerco di calarmi nel migliore dei modi in questa veste. Bisogna avere tutti insieme, la fame e la voglia di soffrire insieme, tutti nella stessa direzione, società, calciatori, stampa e i tifosi. State vicino a questi ragazzi per la storia di questo club, in bocca al lupo anche a voi.

Arriva il momento più atteso dai a tanti supporters biancoscudati accorsi nell’impianto torrese, quello della presentazione della rosa del Savoia per la stagione 2019/2020. La porta è un reparto importante e sarà rappresentato da Gianluca Volzone, Salvatore Prudente e Gerardo Franza. Dopo la porta c’è la difesa diretta dal capitano Ciro Poziello, che vede tra gli interpreti Matteo Dionisi, Antonio Guastamacchia, Pierluigi Riccio, Alex Laino, Sulaiman Oyewale, Giovanni Esposito, Genny Rondinella, Michele Peluso e Christian Mancini. Si passa poi al pacchetto dei centrocampisti: Pasquale Liguoro, Vincenzo Gatto, Tiziano Luciani, Wilfred Osuji, Mattia Tascone, Hassen Rekik, Giovanni Romano, Federico Cerone e Mirko Giacobbe. Le bocche di fuoco della rosa oplontina saranno Luca Paudice, Guido Abayian, Adama Diakite e Francesco Giunta. Rispetto allo scorso anno saremo avvantaggiati perch√© giocheremo nel nostro stadio, spero che i tifosi ci diano il loro sostegno partita dopo partita – breve e succinto capitan Poziello nel parlare alla piazza.

La presentazione si conclude con l’abbraccio dei tifosi che hanno accompagnato con cori la rinnovata squadra che si è lasciata andare nel rituale del “Bianchi Ale'”.

CURIOSITA’ – Correva l’anno 2013, nemmeno tanto tempo fa, era il 22 agosto (un giorno prima dell’attuale presentazione, ndr) e il Savoia di Lazzaro Luce si presentava alla piazza torrese, dando inizio ad una cavalcata che portò gli oplontini alla vittoria del campionato di Serie D, proprio del girone I.

Condividi