Savoia. Battuto anche il Rende, oplontini primi. Adesso sotto con l’Akragas

Il Savoia vince ancora mantenendo intatta l’imbattibilità casalinga, contro un Rende che non ha mai mollato per tutti e novanta minuti. L’importante era vincere e gli oplontini hanno conquistato i tre punti che gli permettono di tenere a bada l’Akragas, vittoriosa nella partita farsa contro gli otto allievi del Ragusa.

LA GARA. Quello visto ieri allo stadio Giraud di Torre Annunziata non è stato un Savoia brillante, a tratti brutto e molto contratto, spesso in confusione. Tra le ragioni di questo stato mentale dei giocatori oplontini era la presenza di 5 giocatori in diffida, ossia Stendardo, Viglietti, Gargiulo, Tiscione e Scarpa, mandati in campo da mister Feola nonostante il rischio dell’ammonizione che avrebbe costato loro l’esclusione dal big match di Agrigento. I bianchi riescono subito a sbloccare la gara con un rigore del capitano Scarpa, sembra il preludio ad una goleada, ma è qui che inizia il momento di confusione del Savoia, con Gargiulo che si rende protagonista di tre falli consecutivi graziati dall’arbitro, ma al quarto scatta il giallo che gli farà saltare la gara contro l’Akragas. Nella ripresa il Savoia resta in dieci perdendo in seguito all’espulsione di Terracciano che, come Gargiulo, non parteciperà allo scontro diretto della prossima settimana. L’inferiorità numerica dura poco, il Rende perde Ginobili per doppio giallo, dopo un atterramento ai danni di Del Sorbo e la gara si conclude con la vittoria dei bianchi.

I TIFOSI. Al termine della gara gli ultras oplontini , che per tutta la durata della gara hanno sostenuto i loro beniamini, hanno dato libero sfogo alla propria gioia intonando il coro pro trasferta: Ad Agrigento si va. Inoltre un plauso anche a quella decina di tifosi del Rende, giunti a Torre Annunziata per sostenere i propri colori, dimostrando attaccamento alla squadra della propria città e manifestando contro il divieto di trasferta con l’esposizione di uno striscione: “Trasferte Libere”.

LA SQUADRA. Incassati i tre punti, domani il Savoia tornerà a lavoro per preparare dettagliatamente una gara che può valere un intero campionato, uscire imbattuti dall’Esseneto potrà contare parecchio in termini di forza mentale, rinvigorendo ulteriormente gli atleti oplontini.

LA TRASFERTA. Il club torrese ha reso noto, mediante un comunicato ufficiale, che ha richiesto alla società agragantina la disponibilità dei tagliandi per i supporters torresi, per assistere al big match che si disputerà allo stadio “Esseneto”.

 

Gianfranco Collaro

Condividi