San Marzano in semifinale di Coppa Italia, KO al Napoli United

Una magia di La Montagna su calcio di punizione, al tramonto della prima frazione, permette al San Marzano di battere anche nella gara di ritorno il Napoli United e di guadagnare le semifinali di Coppa Italia di Eccellenza “Angelo Zeoli”. Gara di controllo per gli uomini di Pirozzi, forti del successo per 2-1 ottenuto nel match del Vallefuoco. Ospiti in 10 uomini dal 6’ della ripresa.

La cronaca. Ampio turnover per il San Marzano, con l’esordio del terzino Cesarano, giunto da pochi giorni alla corte del presidente Felice Romano. In avanti la novità Rizzo a completare il tridente con Infimo e Maiorano. Sul fronte opposto Maradona perde Schinnea nel riscaldamento, inserendo Barone Lumaga da intermedio di sinistra, con attacco affidato ad Amaya e Giulio Giordano.

È il Napoli United a dover fare la partita, ma c’è ben poco da segnalare sui taccuini. Un cross di Maiorano al 3’ non trova il tap-in di Nuvoli sottomisura. Poi tocca arrivare al 37’ per un’altra conclusione, ancora con Maiorano che alza troppo il giro dal limite dell’area. Al 42’ punizione decentrata per il San Marzano; La Montagna disegna una parabola perfetta che si insacca nel “sette” lontano, con Daniele Giordano vanamente proteso in tuffo.

A inizio ripresa il primo spunto è ospite. Al 3’ Scheler alza la mira di testa su cross col contagiri di Barone Lumaga. Al 6’ Oliva, già ammonito, falcia Infimo poco oltre il limite dell’area: l’arbitro è inflessibile e gli rifila il secondo giallo, lasciando il Napoli United in 10 uomini. Arrivano comunque più spunti rispetto alla prima frazione. Al 9’ Medaglia con un rasoterra dai 18 metri chiama Palladino alla deviazione in angolo.

Un minuto dopo Maiorano scappa in contropiede, ma Daniele Giordano gli sbarra la porta deviando in corner. Al 20’ Dentice chiude bene la diagonale difensiva, ma anticipa l’uscita di Palladino e rischia il clamoroso autogol.

Le ultime opportunità sono del San Marzano. Al 23’ ci prova prima Marotta, trovando la respinta di un difensore; sul “rimbalzo” c’è Dentice ma Daniele Giordano oppone ancora buoni riflessi. E il portiere ospite fa ancora meglio al 43’ sull’incursione di Falanga; dal corner seguente, Meloni di testa allarga troppo la mira.

Dopo oltre 5 minuti di recupero arriva il triplice fischio, con il San Marzano che festeggia l’accesso alle semifinali dove troverà la Scafatese. Ma intanto da domani è già testa al campionato: sabato c’è l’ultima del 2021, con il turno interno contro un’Alfaterna in netta ripresa.

SAN MARZANO (4-3-3): Palladino; Cesarano, Caso, Velotti, Dentice; Nuvoli (37’ st Falanga), Lettieri (27’ st Tranchino), La Montagna; Rizzo (22’ st Marotta), Infimo (25’ st Camara), Maiorano (37’ st Meloni). A disposizione: Pedace, Franza, Chiariello, De Bellis. Allenatore: Pirozzi.

NAPOLI UNITED (4-3-1-2): Giordano D.; Scheler, Oliva, Akrapovic, Samson; Medaglia (22’ st Bruno), Arrulo, Barone (22’ st Perretti); Pelliccia (11’ st De Marco); Giordano G. (16’ st Soprano), Amaya (11’ st Di Gennaro). A disposizione: Zaccaro, Santoro, Ciranna, Schinnea. Allenatore: Maradona.

ARBITRO: Ciaravolo (Torre del Greco). Assistenti: La Regina (Battipaglia) e Federico (Agropoli).

RETI: 42’ pt La Montagna

NOTE. Spettatori 150 circa. Espulso al 6’ st Oliva (N) per doppia ammonizione. Ammoniti: Maiorano (S), Medaglia (N), Giordano D. (N), Tranchino (S), Samson (N). Calci d’angolo: 5-3. Recupero: 0’ pt; 5’ st.