Sampdoria. Quagliarella ritrova il suo amato Napoli

Il primo match casalingo della stagione contro la Sampdoria per il Napoli di mister Carlo Ancelotti è giunto alle porte. Domani pomeriggio in prima linea tra i blucerchiati non mancherà di certo l’ex Fabio Quagliarella, capitano della compagine ligure nonch√© capocannoniere della scorsa stagione di Serie A.

Ancora una volta la punta di Castellammare di Stabia riabbraccerà i suoi vecchi tifosi da avversario. L’attaccante 36enne varcherà la soglia dello stadio San Paolo provando nuovamente degli indimenticabili ricordi tinti di azzurro. Quei piccoli brividi che il bomber proverà una volta in contatto con la sua amata Napoli sono legati indissolubilmente alla stagione 2009/2010, anno in cui Fabio Quagliarella regalava in campo gesti tecnici di ogni tipo con indosso la maglia azzurra. Colori che dopo appena una stagione ha dovuto rinunciare a causa della sconcertante storia che lo ha perseguitato per anni, poi terminata fortunatamente con un lieto fine.

Dopo aver passato degli anni davvero bui, Fabio Quagliarella da diverso tempo ha ritrovato la luce, tornando a mettere in mostra tra le file della Sampdoria il suo grande potenziale con una spiccata continuità nonostante la non più giovane età calcistica. Solo la scorsa stagione, l’attaccante stabiese ha messo a segno ben 26 reti, assicurandosi il titolo di capocannoniere della Serie A. Dato che gli ha permesso di salire anche sul podio della Scarpa d’oro, dietro soltanto a Messi e Mbapp√©.

Senza tralasciare il ritorno con la maglia azzurra della Nazionale di Roberto Mancini. Ennesima soddisfazione, arrivata a più di 8 anni dall’ultima volta, che Fabio Quagliarella ha incassato il 23 marzo contro la Finlandia nel match valvole per le qualificazioni a Euro 2020. Nella gara successiva, lo stesso Quagliarella ha bagnato il suo rientro in Nazionale rifilando due gol, entrambi su calcio di rigore, al Liechtenstein. Doppietta che gli valse il titolo di marcatore più anziano della storia della nazionale italiana.

Insomma, Fabio Quagliarella (due gol in questa stagione) da diverso tempo ha ritrovato la felicità, ma in particolar modo la serenità mentale per tornare ad esprimere un calcio a dir poco entusiasmante, e il Napoli ne sa qualcosa. Il capitano della Sampdoria ha infatti trovato il gol in quattro delle ultime sei presenze di Serie A raccolte contro gli azzurri, mancando però il bersaglio in due delle quattro gare disputate al San Paolo.

Numeri che il Napoli scruta con particolare parsimonia, sopratutto dopo la sublime rete di tacco subita da Fabio Quagliarella la scorsa stagione. Proprio quel fenomenale gesto tecnico messo a segno allo stadio Marassi lo scorso 2 settembre è stato inserito dalla FIFA tra le migliori dieci reti siglate nel corso della stagione 2018/2019 candidate per il Puskas Award, facendo diventare cos√¨ Fabio Quagliarella l’unico italiano e calciatore di Serie A in gara per l’ambito premio. Chissà se per la gara di domani, Fabio Quagliarella avrà in riservo una nuova perla che possa magari regalare la prima vittoria in stagione alla sua Sampdoria dopo le due sconfitte incassate con Lazio e Sassuolo.

 

Nunzio Marrazzo