Salernitana. Via alla Serie B granata, Castori: “Domani voglio determinazione”

Conferenza stampa in casa Salernitana per Fabrizio Castori, che domani affronta la Reggina nel match valido per la 1^ giornata di Serie B

Motivato per la sua seconda esperienza sulla panchina granata, mister Castori ha parlato della situazione complessiva che sta vivendo la società in questi giorni: dalle proteste dei tifosi, al mercato, fino, appunto, alla gara di domani che si preannuncia complicata.

“La società mi ha accontentato, comprando molti dei giocatori che io avevo richiesto. Secondo me è un primo punto importante per instaurare un rapporto di un certo tipo. Se i presidenti ti accontentano puoi provare a raggiungere determinati obiettivi, significa che c’è fiducia. Del pregresso non posso parlare, non ho vissuto le situazioni. So che c’è una contestazione, so che la tifoseria è delusa per il mancato approdo ai playoff, ma so anche quanta passione ci sia in questa grande piazza. Rispetto tutte le prese di posizione, io faccio l’allenatore di calcio e devo andare avanti per la mia strada. Per me è un motivo d’orgoglio aver preso il posto di Gian Piero Ventura, hanno scelto il sottoscritto per sostituire l’ex commissario tecnico della Nazionale e questo mi fa enormemente piacere.

Mercato? E’ chiaro che manca qualcosa a centrocampo, oltretutto c’è stato questo problema di Dziczek non preventivabile. E’ un reparto in cui siamo corti, la dirigenza lo sa e provvederanno. Il mercato è ancora aperto, ci sono ancora due settimane a disposizione e qualcosa arriverà”.

Sulla gara di domani pomeriggio contro la Reggina: “Le difficoltà devono rappresentare delle risorse e non dei limiti, dobbiamo essere bravi a superare l’ostacolo. Facile individuare i problemi, la bravura è quella di risolverli. Non mi sono mai lamentato dell’emergenza, tocca a me lavorare al meglio possibile per consentire alla Salernitana di fare una buona partita. Affronteremo la Reggina con assoluta determinazione, forti di una buona condizione generale. Qualcuno non è al 100%, ma sono convinto faremo al massimo il nostro dovere. Secondo me la Reggina, assieme al Monza, è la squadra che si è mossa meglio sul mercato e ci vorrà grande rispetto”.

Infine sulla formazione e sulle condizioni di Dziczek: “E’ ricoverato in ospedale, sotto osservazione. Speriamo si risolva tutto per il meglio, ma è impossibile stabilire i tempi. Posso soltanto dire che abbiamo avuto paura, per fortuna sembra stia meglio e arrivano notizie incoraggianti. E’ ricoverato in ospedale, ma non sono un dottore e mi sembrerebbe ingiusto andare oltre in questo tipo di analisi. Quanto alla formazione, la comunicherò alla squadra un’ora e mezza prima della partita. Ho già deciso chi giocherà in porta, lo dirò ai diretti interessati”.

ph credit: Fanpage

Condividi