Salernitana. Iervolino: “Voglio Cavani, presto incontro con Nicola e Sabatini”

Una salvezza conquistata con il coltello tra i denti, ma con la voglia di stupire ancora. Questa è la Salernitana del presidente Danilo Iervolino, che si gode la meritata permanenza in Serie A, ma pensando anche al futuro, che è già adesso. Ai microfoni di Corriere dello Sport e La Gazzetta dello Sport, il numero uno dei granata ha svelato obiettivi e altro ancora.

CAVANI UN SOGNO DI MERCATO, MA NON SOLO

“Messi e Ronaldo sono impossibili, li lascerei perdere” – dice Iervolino, che rilancia – “Vorrei portare a Salerno Edinson Cavani. In Campania ha lasciato un ricordo indelebile, mi piacerebbe che concludesse la sua carriera qui, con la maglia della Salernitana. Vorrei regalare alla città il Matador. Un altro calciatore che vorrei è Marko Arnautovic. Un vero guerriero, mi piace come interpreta il calcio. Vorrei che Ribery restasse ancora un anno con noi”. Chiaro e diretto Iervolino, ma Cavani potrebbe essere un sogno possibile, visto che l’uruguaiano è uno svincolato del Manchester United, quindi un parametro zero.

IL RAPPORTO COL TECNICO NICOLA

Il fautore della salvezza non può essere che Davide Nicola, uno che ha guidato i calciatori arrivando a centrare l’obiettivo stagionale, quando ormai tutto sembrava già perduto. Iervolino ha parlato del suo rapporto col tencnico e sul futuro dello stesso: “Presto ci siederemo per parlare con Nicola e la dirigenza per programmare la prossima stagione. L’intenzione nostra è quella di proseguire insieme. Lui è il più grande esperto di salvezza, ma ha le qualità per allenare anche il Real Madrid. Sono ottimista, penso che possa rimanere con noi”. 

Una battuta anche su Walter Sabatini: “E’ un grande professionsita, vorrei che proseguisse il lavoro iniziato a gennaio. Presto ci incontreremo tutti insieme”. Infine sul mercato: “Bisogna rinforzare la rosa. A gennaio abbiamo fatto un mercato in pochi giorni, ci siamo compattati subito. Ora abbiamo più tempo per programmare, abbiamo un’ottima base. Arriveranno calciatori giovani e calciatori esperti, tutti acquisti mirati”.