Salernitana-Carpi 2-5. I biancorossi espugnano l’Arechi, granata ancora al tappeto

Il Carpi ancora una volta si conferma la bestia nera della Salernitana. I ragazzi di Fabrizio Castori espugnano l’Arechi stendendo per 5-2 i granata di mister Angelo Adamo Gregucci. Non è bastato il cuore alla squadra campana, in dieci per l’intero match a causa dell’espulsione di Lopez, per portare a casa la vittoria. Seconda sconfitta di fila, dunque, per la squadra di Gregucci, che si vede avvicinarsi nuovamente alla zona rossa, adesso distante solo cinque punti.

IL MATCH ‚Äî Gara subito in discesa per gli uomini di Fabrizio Castori. Dopo appena otto minuti di gioco, il Carpi trova la rete del vantaggio da calcio di rigore grazie ad un fallo in area di Walter Lopez, sanzionato dal direttore di gara con un rosso diretto. A trasformare dal dischetto è l’ex Benevento Cissè che angola e batte Micai. Nonostante lo svantaggio e l’inferiorità numerica, la Salernitana trova la forza per contrattaccare. Infatti, al 18′ i granata agguantano il pareggio dagli sviluppi di un corner concretizzato di testa dal possente Milan Djuric. Il bosniaco sfrutta la bella pennellata dalla bandierina di Gigliotti per infilare la palla in rete. Poco dopo il Carpi risponde, portandosi ad un passo dal vantaggio con ancora Cissè protagonista. Spiovente dalla sinistra per l’ex Benevento che calcia non trovando di poco l’incrocio dei pali. Al 22′ è il granata Joseph Minala a mettere i brividi ai modenesi. Il centrocampista camerunese viene servito con assist al bacio da Calaiò, ma a tu per tu con Piscitelli non sfrutta. Alla mezz’ora è ancora Cissè a provarci con un violento destro, palla in out. Subito dopo è nuovamente la punta guineana a fare male ai granata. Questa volta però Cissè non sbaglia. L’attaccante biancorosso punisce ancora una volta i granata mandano in rete una bella palla sfornata da Rolando. I modenesi però devo fare i conti con il gran cuore della Salernitana. I granata con orgoglio e forza di spirito riagguantano il pareggio. Akpa Akpro sulla destra vince il duello di fisico con Pezzi e serve Calaiò che quasi dal dischetto sfoggia un chirurgico destro che non lascia via d’uscita a Piscitelli. Nel finale della prima frazione è assedio Salernitana. I granata spingono con gran veemenza a caccia del vantaggio, che però non arriva. Si chiude sul 2-2 il primo tempo.

La ripresa inizia col botto. Dopo appena pochi minuti il Carpi di Castori si riporta in vantaggio con una magia di Crociata che con un delizioso destro a giro batte Micai. Ancora Carpi al 58′ con Crociata che serve una gran palla a Cissè, ma l’ex Benevento non approfitta. La risposta dei granata attiva al 65′ con Casasola che dalla destra crossa dentro per Djuric, il bosniaco incorna di testa, ma non trova la porta. Altra bordata della Salernitana al 66′ con il neo entrato Rosina che prova il destro, si distende Piscitelli. Al 76′ è il Carpi a sfiorare la rete con Arrighini che prima con una serie di finte disorienta gli avversari e poi calcia, ci mette una pezza Micai. Gol che arriva poco dopo con Sabbione, che sfrutta l’assist al bacio di Marsura per battere Micai. La squadra di Castori prende il largo. All’85’ i biancorossi sfiorano la cinquina con Marsura, che dinanzi a Micai si divora un gol da ottima pozione. Nel rush finale i modenesi mettono la ciliegina sulla torta siglando il 5-2 con Arrighini. Il Carpi espugna l’Arechi. Secondo ko di fila per i granata di mister Angelo Adamo Gregucci. Dopo quattro mesi la suderà di Castori torna a vincere in trasferta.

IL TABELLINO DEL MATCH

SALERNITANA-CARPI 2-5 ( 2-2 pt)

SALERNITANA (3-5-2): Micai, Pucino, Schiavi, Gigliotti (83′ Orlando), Casasola, Minala, Di Tacchio, Akpa Akpro (63′ Rosina), Lopez, Calaiò, Djuric (80′ Jallow).

A disposizione: Vannucchi, Migliorini, Memolla, Marino, Mazzarani, D. Anderson, Odjer, A. Anderson, Orlando, Rosina, Jallow, Vuletich. Allenatore: Angelo Adamo Gregucci.

CARPI (4-4-1-1): Piscitelli; Pachonik, Poli, Sabbione, Pezzi; Rolando, Coulibaly, Vitale (59′ Kresic), Piscitella; Crociata (74′ Pasciuti); Cissè (68′ Arrighini).

A disposizione: Serraiocco, Suagher, Buongiorno, Marsura, Vano, Romairone, Mustacchio, Arrighini, Pasciuti, Saric, Kresic, Wilmots. Allenatore: Fabrizio Castori.

Direttore di gara: Luigi Pillitteri di Palermo

Assistenti: Michele Grossi di Frosinone — Fabrizio Lombardo di Sesto San Giovanni

Quarto uomo: Livio Marinelli di Tivoli

Ammoniti: Sabbione (59′), Djuric (64′)

Espulsi: Lopez (7′)

Marcatori: Cissè (8′, 31′), Djuric (18′), Calaiò (33′), Crociata (48′), Sabbione (80′), Arrighini (93′)

Tiri: 10-15

Tiri in porta: 5-7

Corner: 9-1

Recupero: 1′ (pt), 4′ (st)

 

Nunzio Marrazzo