Salernitana. Calciatori contestati alla ripresa degli allenamenti

La Salernitana riprende ad allenarsi nel “Principe degli Stadi”, alle 13:45 tutti i giocatori hanno già superato l’androne d’ingresso dell’impianto sportivo (forse per evitare giornalisti ed eventuali contestatori) alle 14:00 arriva Perrone col suo fidatissimo “secondo” Grilli, facendo cos√¨ decadere tutto il ‘vociferare’ di eventuali dimissioni consegnate dal mister alla società.
Alle 14:30 inizia una seduta d’allenamento anomala, ovviamente a porte chiuse, in un clima surreale, la tensione si legge sulle facce dei giocatori (forse anche loro si aspettavano decisioni diverse dalla dirigenza, ndr).
Ma è durante l’allenamento che all’esterno dello stadio si organizzano una ventina di ultràs pronti a manifestare il proprio disappunto per una stagione compromessa già a gennaio.
L’apice della contestazione si è toccato all’uscito del bomber granata, Matteo Guazzo, al quale i tifosi contestano l’eccessiva “bella vita” dell’atleta, che risponde a muso duro: “Ho 31 anni e posso aver diritto ad una mia vita privata, se proprio volete contestarmi ditemi che sono scarso – come riportato dall’emittente SoloSalerno-”
Gli altri giocatori più contestati sono Pasquale Foggia e Gennaro Esposito, i giocatori ascoltano in silenzio e nel dileguarsi promettono di dare il massimo a partire dalla gara di Gubbio.
E intanto il patron, assente oggi agli allenamenti, sempre pronto a rimetterci la faccia non lascia dichiarazioni. Quale sarà la vera mossa di Lotito?

Roberto Annunziata