Salernitana C5. Capitan Lisanti: “Non è stata una situazione facile. Mi sento bene”

Non porta la fascia al braccio, ma lo status di leader se lo è guadagnato negli anni. Il vicecapitano Alessandra Lisanti è uno dei pilastri della Salernitana Femminile. La numero dieci è stata colpita recentemente dal Covid, ma è tornata alla grande, a suon di gol. Domenica scorsa una tripletta decisiva nel pareggio contro il Taranto: “Mi sento bene. Qualche giorno prima di negativizzarmi avevo ripreso ad allenarmi a casa per presentarmi nel miglior modo possibile – dice Alessandra – Appena ho avuto notizia della negatività sono andata a sostenere le mie compagne e poi ho ripreso ad allenarmi con loro. Non è stata una situazione facile. Molte di noi sono state colpite, altre hanno avuto qualche infortunio, la squadra ne ha risentito mentalmente. La società ovviamente è stata sempre presente. E’ stata vicina a me e anche alle ragazze colpite. C’è stata una corrispondenza costante con il ds e il presidente”.

A due giornate dal termine la Salernitana ha già raggiunto l’obiettivo prefissato in una stagione piena zeppa di difficoltà. Difficoltà che hanno però rafforzato il gruppo, come sostiene Alessandra: “La stagione non è stata semplice da affrontare, vista la situazione. La squadra non è stata quasi mai al completo a causa del Covid. All’inizio eravamo una quindicina, poi siamo state dimezzate dalla prima ondata. Abbiamo avuto qualche incidente di percorso, come gli infortuni. Poi è arrivata la seconda ondata Covid quando avevamo ritrovato degli equilibri. Ne siamo però venute fuori alla grande, ma non è stato semplice per chi come noi pratica questo sport per pura passione. C’era incertezza all’inizio sulla disputa del campionato, poi è sopraggiunta anche per la situazione all’interno della squadra. C’è soddisfazione quindi per l’obiettivo raggiunto. Personalmente sono contenta. Ho fatto quasi 20 gol, le difficoltà non mi hanno fermato. All’inizio mi sono allenata a parte per un problema al ginocchio, poi ho avuto il Covid. Ho aiutato le mie compagne ricoprendo più ruoli. La tripletta e la prestazione di squadra fornita domenica è un bel segnale per il futuro”.

Il futuro appunto. L’augurio è quello di tornare alla normalità per costruire qualcosa di importante nella stagione 2021/22, come sottolinea la bomber granata: “La società ha ambizione, da sempre. Ogni anno c’è voglia di migliorare. Quest’annata ovviamente è stata diversa dalle altre. È stata utile però a capire che c’è un zoccolo duro su cui poter lavorare. A fine campionato si capirà bene su cosa puntare nella prossima stagione. Personalmente sarei contenta di alzare l’asticella”.