Rileggi il LIVE: Napoli-Galatasaray 3-1 (4′ Pandev, 57′ Amrabat, 81′ Zuniga, 93′ Insigne)

Amici sportivi di SportCampania.it buonasera e benvenuti alla diretta live di Napoli-Galatasaray. Gli azzurri riabbracciano il San Paolo ed i suoi tifosi con un’amichevole di lusso. Prima del calcio d’inizio spazio alla presentazione della rosa e delle nuove maglie. Clicca su ‘Aggiorna’ oppure il tasto F5 per seguire la diretta.

Lo speaker del San Paolo dà il benvenuto a tutti i presenti. Lo stadio si sta, pian piano, riempiendo. Entra in campo Aurelio De Laurentiis, il patron prende subito la parola: “Cari amici, avremmo voluto fare una grande festa, ma ieri sera purtroppo c’è stato un grave incidente. Ho rinviato la festa a quando incontreremo il Benfica. Limiteremo la serata alla presentazione delle maglie e dei nuovi acquisti. Io vi invito, adesso, ad un minuto di silenzio”. Si procede con il minuto di silenzio.

Toccante il minuto di silenzio in un San Paolo surreale. L’atmosfera torna a scaldarsi quando il presidente comincia a chiamare, ad uno ad uno, tutti gli elementi della rosa. Grandi ovazioni per Hamsik, Cannavaro e Benitez. Fischi invece all’indirizzo di Gargano e Zuniga. De Laurentiis poi prosegue con i nuovi acquisti: Rafael, Mertens, Albiol, Callejon e Reina. Autentico boato quando il patron chiama Gonzalo Higuain, ecco le sue prima parole da attaccante azzurro: “Sono molto felice di essere qui, questa è una grande squadra, fantastica! Speriamo di giocare per qualcosa di importante per questi tifosi fantastici”.

Chiusa la presentazione della rosa, si prosegue con le maglie da gioco. Le tre gigantografie vengono scoperte una alla volta. Prima maglia classica, rigorosamente azzurra. Seconda maglia gialla, con una striscia azzurra in diagonale. Terza ed ultima maglia ‘mimetica’, in pieno stile militare.

Terminata la presentazione, gli azzurri cominciano il riscaldamento. In campo anche l’undici del Galatasaray.

Svelate le formazioni ufficiali. Higuain non sarà in campo, non è ancora arrivato il transfer dalla Spagna.
NAPOLI: Rafael; Mesto, Cannavaro, Britos, Armero; Dzemaili, Behrami; Callejon, Hamsik, Insigne; Pandev. A disposizione: Colombo, Fernandez, Albiol, Gamberini, Dossena, Maggio, Inler, Zuniga, Radosevic, Gargano, Mertens, Calaiò.
GALATASARAY: Muslera; Eboue, Chedjou, Inan, Riera; Altintop, Melo; Nounkeu; Sneijder; Drogba, Yilmaz. A disposizione: Iscan, Zan, Gulselam, Elmander, Bulut, Balta, Kazim, Kilic, Kaya, Kurtulus, Baytar, Colak, Amrabat, Sarioglu. All. Terim
ARBITRO: Sig. Mariani (sez. di Aprilia)

Le squadre sono scese in campo, a breve si procederà con il calcio d’inizio. Prima però osservato un minuto di silenzio, sullo sfondo gli applausi di tutto il San Paolo. Dalle gradinate compare uno striscione: “In silenzio con la morte nel cuore”, chiaro il riferimento alla tragedia di ieri sera a Monteforte Irpino, in cui un bus è precipitato in una scarpata dopo un volo di 30 metri.

E’ cominciata! Gli azzurri provano da subito a fare la partita.

3′ – Potenziale occasione per il Napoli: sugli sviluppi di un tiro franco di Callejon, sponda di Britos per Cannavaro che non trova l’impatto con la sfera.

4′ – Napoli in vantaggio! Pennellata di Insigne che cerca e trova la testa di Pandev, Muslera nulla può, 1-0!

12′ – Punizione di Sneijder: tutta potenza, niente precisione. Il pallone sorvola abbondantemente la traversa.

14′ – Fallo ingenuo di Callejon su Drogba. Punizione dal limite da posizione invitante: Sneijder ci prova a giro col destro ma non inquadra lo specchio.

16′ – Altro tentativo dalla lunga distanza: stavolta ci prova Felipe Melo, conclusione fuori dallo specchio.

17′ – Contropiede Napoli. Pandev scatta sulla sinistra, traversone al centro per Callejon che non arriva sulla sfera.

19′ – Calcio d’angolo del Galatasaray: sul traversone di Sneijder, colpo di testa di Chedjou. Rafael blocca senza problemi.

20′ – Cambio tattico di Benitez che inverte gli esterni: Callejon a sinistra, Insigne dirottato a destra.

25′ – Verticalizzazione intelligente di Armero che premia l’inserimento di Hamsik, chiuso però al momento del tiro dall’ultimo difensore.

29′ – Ripartenza veloce del Napoli. Dzemaili dentro, in verticale, per Callejon, rasoterra che taglia tutta l’area, arriva in corsa Hamsik che tenta il pallonetto ma non riesce a spedire la palla in rete a porta sguarnita.

33′ – Sulla corsia mancina si trova a suo agio. Insigne rientra sul destro, guadagna un paio di metri e lascia partire un destro a giro che esce fuori di pochissimo.

40′ – Azione personale di Drogba che, spalle alla porta, si libera di Britos, ci prova col destro ma Rafael respinge. Sul proseguimento dell’azione, botta violenta di Sneijder da fuori area, Rafael si distende sulla sinistra, respingendo con i pugni la conclusione mancina dell’olandese.

Finisce sull’1-0 il primo tempo. Buon Napoli in avvio, gestisce bene il possesso con scambi rapidi ma, all’occorrenza, sfrutta velocemente le ripartenze. Due chances anche per il Galatasaray, Rafael però si presenta nel migliore dei modi al pubblico azzurro respingendo gli assalti dei turchi.

Inizia il secondo tempo, tre cambi tra le fila del Napoli: Inler rileva Behrami, Fernandez al posto di Britos e Dossena al posto di Armero.

47′ – Altro miracolo di Rafael. Sugli sviluppi di una punizione, grande inserimento di Chedjou, Rafael, d’istinto gli chiude lo specchio.

51′ – Replica immediata del Napoli: Hamsik guadagna il fondo, palla all’indietro per l’accorrente Dzemaili che prova a piazzarla ma centra in pieno il palo!

53′ – Verticalizzazione di Dzemaili per Callejon che anticipa Muslera in anticipa ma non riesce poi a raggiungere la sfera per spedirla in rete.

55′ – Altro cambio per il Napoli: fuori Hamsik, dentro Mertens. Probabile lo spostamento di Insigne al centro, alle spalle di Pandev. La fascia di capitano passa sul braccio di Inler.

57′ – Pareggio del Galatasaray. Il Napoli perde palla, i turchi partono in contropiede, la sfera arriva ad Amrabat che si accentra e col destro fredda Rafael, 1-1.

59′ – Giallo per Riera per un’entrata scomposta su Mesto. Sulla punizione seguente di Insigne, Fernandez non trova l’impatto giusto con la sfera da ottima posizione.

61′ – Altra discesa sull’out mancino di Amrabat, inserimento perfetto di Altintop, Rafael si ritrova il pallone tra le mani.

62′ – Drogba difende palla, poi però cade in area sul pressing di Britos. L’arbitro lascia correre, il rigore ci poteva stare.

64′ – Quinto cambio per il Napoli: esce un esausto Pandev, entra in campo Emanuele Calaiò.

68′ – Ancora una sostituzione per Benitez: fuori Callejon, entra in campo Zuniga, subissato dai fischi – ingenerosi – del San Paolo.

76′ – Il Napoli comincia ad accusare un po’ di fatica, la squadra è molto più lunga nei reparti. Esce anche Dzemaili, entra in campo il giovane Radosevic.

81′ – Napoli di nuovo in vantaggio! Grande azione tutta in verticale. Triangolazione veloce Zuniga-Insigne-Zuniga, assist col contagocce del Magnifico per l’esterno colombiano che dribbla anche Muslera prima di infilare in rete il cuoio del 2-1! I fischi, per gran parte, si tramutano in applausi. Si leva il coro dagli spalti: “Chi non salta juventino è” e, un po’ a sorpresa, anche Zuniga, dal campo, risponde saltellando. Anche questo è lo spettacolo del San Paolo!

87′ – Ennesimo contropiede del Napoli orchestrato da Insigne che allarga a sinistra per Calaiò, sinistro telefonato, bloccato senza problemi da Muslera.

90′ – Rigore per il Napoli per atterramento di Calaiò. Il penalty c’è tutto, viene espulso Muslera per uno spintone rifilato all’arbitro ed anche Nounkeu, autore del fallo da ultimo uomo. Entra in campo Iscan, il secondo portiere.

93′ – Tris del Napoli! Dal dischetto si presenta Lorenzo Insigne che non sbaglia. 3-1 Napoli, gli azzurri conquistano l’Acqua Lete Cup.

Condividi