Riapertura degli stadi anche in Campania

Arriva l’ok anche dalla Regione Campania. Il Governatore Vincenzo De Luca ha acconsentito alla riapertura limitata degli stadi in occasione degli eventi sportivi all’aperto per un numero di mille spettatori. Il presidente della Regione Campania ha firmato l’ordinanza  numero 73 proprio stamani. Il provvedimento recita che “è consentita la partecipazione del pubblico alle partite di calcio professionistico di serie A in programma sul territorio campano nei giorni 27 settembre e 30 settembre entro il limite massimo di 1000 spettatori, a condizione del pieno rispetto – da parte delle società, dei gestori e degli utenti- delle disposizioni vigenti”.

La presenza del pubblico sarà garantita solo negli impianti sportivi che permetteranno il pieno e corretto svolgimento delle norme anti Covid-19. L’accesso, di fatto, verrà permesso solo se sarà possibile la prenotazione del posto e garantita la distanza di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente, con misurazione della temperatura all’accesso e l’obbligo di utilizzo della mascherina anche all’aperto. Insomma, per la prima gara casalinga della stagione contro il Genoa, in programma domenica alle ore 15:00 allo stadio San Paolo, il Napoli di Gennaro Gattuso potrà tornare ad esibirsi dianzi ad una piccola parte del proprio pubblico. Oltre al San Paolo, riaprirà anche il Ciro Vigorito, impianto che ospita il Benevento di mister Filippo Inzaghi. Resteranno ancora chiusi ai tifosi, invece, l’Arechi, il Partenio Lombardi e l’Amerigo Liguori, stadi rispettivamente di Salernitana, Avellino e Turris. 


Nunzio Marrazzo 

Condividi