Reggina-Savoia 2-2. Botta e risposta, al ‘Granillo’ arriva solo un pari

Solo un pareggio per il Savoia, dopo quattro partite in cui ha raccolto soltanto due pareggi entrambi in trasferta contro Paganese e Cosenza, in casa della Reggina. Conquistato un punto allo stadio Granillo, contro l’ultima della piazza, maturato al novantesimo con una rete del torrese Ciccio Scarpa, il quale annulla il vantaggio firmato da Viola e Di Michele, con rete in apertura di Matteo Di Piazza.

LA GARA. Per la trasferta in terra calabrese, mister Papagni manda in campo un Savoia composto da Gragnaniello tra i pali, Riccio, Checcucci e Sirigu in difesa; mentre a centrocampo Cremaschi e Verruschi sugli esterni e la coppia Boilini-Saric al centro. L’attacco è affidato al tridente composto da Leonetti, Di Piazza e Sanseverino, con capitan Scarpa relegato in panchina. I padroni di casa rispondono con un classico 4-4-2 che vede in porta Belardi, nei quattro di difesa Ungaro, Cirillo, Salandia e Benedetti. A centrocampo Armellino, Ammirati, Camilleri e Zibert; mentre in attacco la spazio alla coppia formata da Insigne e Viola. All’avvio vige la consueta fase di studio, la Reggina prova a premere sull’acceleratore, ma i bianchi non sono giunti a Reggio Calabria per una vacanza e lo fa capire Verruschi che commette fallo su Insigne, collezionando il primo giallo della partita dopo appena due minuti di gioco. Il Savoia è ben messo in campo e riesce a proiettarsi in attacco, conquistando prima un calcio d’angolo, e sugli sviluppi sblocca anche il match. A segnare è Di Piazza che, di testa, trafigge Belardi sfruttando al meglio il calcio piazzato. La compagine biancoscudata prova anche a raddoppiare con Boilini, ma la conclusione del centrocampista è deviata da Belardi in angolo. I granata provano a distendersi ma la difesa oplontina sembra un muro invalicabile. Quindi, ci prova Insigne a fare tutto da solo, superando prima Ricco ma poi non da la forza necessaria al pallone, che viene bloccato da Gragnaniello. La prima frazione di gioco si conclude con i bianchi in vantaggio al Granillo.

 

Alla ripresa delle ostilità, il Savoia va vicino al raddoppio al 10′ ancora con Di Piazza che, su lancio lungo di Cremaschi, si lascia ipnotizzare da Belardi, favorendo la chiusura di Ungaro. La Reggina però vuole il pari, da un cross sbagliato di Cirillo che colpisce la traversa e innesca un parapiglia in area, con Gragnaniello che fa suo il pallone. Mister Papagni opera la sua seconda sostituzione, dopo Mercadante che ha rilevato Leonetti, è il turno di Ciccio Scarpa, che sostituisce Sanseverino. Intanto i padroni di casa alzano la testa e si proiettano in attacco raggiungendo il pareggio, con Viola. L’attaccante della Reggina servito da Insigne, il quale scappato in velocità da Sirigu, da sotto porta deve solo spingere la palla in rete. La rete del pareggio destabilizza il Savoia, mentre gli uomini di Alberti crescono col passare dei minuti. I calabresi passano in vantaggio quando manca circa un quarto d’ora alla fine, beneficiando di un calcio di rigore, trasformato da Di Michele. Quando tutto sembrava ormai finito, con il Savoia destinato alla sconfitta, arriva l’insperato pareggio ad opera del cuore biancoscudato Scarpa, che fissa il risultato sul definitivo 2-2. Un pareggio che lascia l’amaro in bocca, ma che comunque consente al Savoia di conquistare un punto in trasferta.

Gianfranco Collaro