Real Pozzuoli. Vittoria sul San Ludovico Futsal, espugnato il “Pala Rea” di Arzano

Il Real Pozzuoli arrivava al Pala Rea di Arzano con l’obiettivo, unico e chiarissimo, di passare il turno di Coppa di categoria e qualificarsi allo step successivo della competizione. Operazione che a dirla francamente non era nemmeno poi cos√¨ proibitiva. Pensare a un ribaltone, considerato il 9 a 1 nella gara di due settimane fa vinta dai leoni, era puramente utopia. Ma nel futsal nulla è già scritto e niente deve essere dato per scontato. Gli ostacoli principali ad opporsi sulla strada verso la gloria erano principalmente due: il fattore casa ed il fatto che si giocasse in un palazzetto. Ma come vedremo la ciurma gialloblu si rivelerà brava a superare anche queste insidie…

LA SFIDA – Mister D’Alicandro decide di affidare la porta al più esperto Daniele a discapito del giovane Ciotola, concedendogli minuti preziosi al rientro dal’infortunio. Mancano due centrali, ovvero Atrio ed Orlando, la scelta è praticamente obbligata: tocca a Prencipe. Sulle fasce spazio al talento e alla corsa di Pisano e Ursomanno. Il peso dell’attacco pende invece sulle spalle di Volpe. Fischia l’arbitro, si può partire. Il San Ludovico Futsal entra in campo con la pressione di dover compiere praticamente un’impresa per passare il turno, ma contemporaneamente mente e gambe sono più leggere perchè c’è veramente poco da perdere. I leoni sono invece subito chiamati ad un grande sforzo mentale, D’Alicandro prontamente li sprona e chiede concentrazione e velocità nel giro palla. Ad andare in vantaggio è la squadra di casa grazie alla rete di Muto, in giornata di grazia. Il Real, nonostante la situazione descritta in precedenza, non ci sta a perdere. Il pareggio arriva grazie al goal di Volpe. Comincia cos√¨ un inseguimento infinito, tipo quello del cartoni animati tra Tom & Jerry. Il San Ludovico segna, il Real risponde, il leitmotiv della gara. Il primo tempo si conclude con il risultato di 3 a 2 per i padroni di casa. Ad andare in goal tre volte Muto, mentre per il Real la seconda rete viene siglata da Di Costanzo, apparso in discreta forma. Negli spogliatoi D’Alicandro si fa sentire, è pur vero che la qualificazione non è compromessa, ma nel vocabolario del tecnico non c’è spazio per la parola sconfitta e prova ad inculcarlo ai suoi. La ripresa comincia male per i leoni. A gonfiare la rete è ancora Muto. Ma Volpe segna ancora e accorcia le distazione, siamo 4 a 3 per il San Ludovico. Il Real sembra peccare di concentrazione in fase difensiva, ciò va a favore della squadra di casa che trova alcuni goal fotocopia.Volpe è però, come direbbero gli americani, “on fire” e trova la tripletta personale rimettendo il risultato in pareggio. Ma il solito Muto, che va a realizzare la quinta marcatura personale, riporta in vantaggio i suoi. Un vero e proprio incubo per la difesa del Real. Manca ormai poco, il Real vuole tornare a casa con la qualificazione, ma anche con una vittoria. D’altronde è risaputo: vincere aiuta a vincere. I gialloblu, oggi in granata, fanno girare alla e riescono ad incunearsi tra le maglie dei difensori avversari.
Prima Ursomanno, poi Daniele regalano il trionfo. Triplice fischio, finisce 5 a 6. Una vittoria che lascia alcuni spunti positivi, come la grande forza mentale di una squadra che doveva semplicemente gestire un risultato ben più che favorevole. Ma se da un parte tutto è bello, dall’altra c’è qualche errore di troppo da registrare. Oggi questi possono anche essere concessi, ma in futuro, quando conterà di più, proprio no. D’Alicandro, con le sue dichiarazioni, rappresenta a pieno questo mix d’emozioni. Da un lato la gioia per il passaggio del turno, dall’altro la rabbia per qualche errore di troppo: “Abbiamo fatto una buona partita su un campo molto difficile contro una squadra ferita nell’orgoglio per il risultato dell’andata. Il nostro approccio non è stato brillante complice il fatto anche che il 50% della squadra per la prima volta giocava una partita su parquet, ma siamo tornati presto in gara facendo noi la partita e di questo sono contento. Avevamo delle assenze importanti ma il nostro modo di giocare non si è alterato e anche se la qualificazione era ipotecata i ragazzi avevano ugualmente voglia di vincere. La cosa che mi ha fatto molto arrabbiare è che abbiamo regalato 4 gol che nemmeno i bimbi della scuola calcio avrebbero preso”. C’è ancora tempo per migliorare e correggere questi dettagli. Per oggi va bene cos√¨, il Real Pozzuoli conclude l’operazione qualificazione e può guardare al futuro con ottimismo.

IL TABELLINO:
San Ludovico Futsal 5 – 6 Real Pozzuoli:

San Ludovico Futsal: Cocozza, Luongo, Guarino, Conte, Amoroso, Piscopo, Semprebuono, Pecorella, Bortone, De Rosa, Muto

Real Pozzuoli: R. Daniele, Ciotola, E. Daniele, Ursomanno, Prencipe, Mellone, Testa, Volpe, Pisano, Di Costanzo, Bucciero

Marcatori: 5 Muto (San Ludovico Futsal); 3 Volpe, Di Costanzo, Ursomanno, E. Daniele (Real Pozzuoli)

Ammoniti: Volpe, Testa (Real Pozzuoli)

Espulsi: /

Condividi