Real Maceratese. Lo sprono di Lauritano: “Col Cimitile daremo il massimo, sono a disposizione di mister Cicala”

Dopo aver riposato nel quarto turno del girone A di Promozione, la Real Maceratese ritorna in campo. Domenica alle 15.30, i biancoazzurri del presidente Andrea Guida e del vicepresidente Giuseppe Iannotta saranno ospiti del Cimitile. A differenza delle altre stagioni, la gara non si disputerà al Peluso di Cimitile bens√¨, per diverse problematiche, si giocherà allo stadio Sporting Club di Nola, dotato di manto in erba sintetica. La compagine del dg Modesto Giraldi e del ds Salvatore De Cesare vuole ripartire con il piede giusto dopo il blitz di Casalnuovo ed ha svolto mercoled√¨ il convincente test contro il Real Frattaminore, vinto col punteggio di 3-0 grazie alle reti di Guerrazzi, Riccio e Russo.

Nel match di domenica torna a disposizione dell’allenatore Giuseppe Cicala il difensore Andrea Lauritano che, fino ad ora, era stato fermo in campionato per una squalifica risalente alla scorsa stagione. E’ tanta la sua euforia per quello che ora rimane solo un ricordo negativo: Indubbiamente è stata dura. Mi è dispiaciuto molto non poter aiutare i miei compagni, che ho cercato di incoraggiare da fuori ed in allenamento. Domenica giochiamo sul bel campo di Nola contro un’ottima squadra come il Cimitile che si sta riproponendo dopo la bella scorsa stagione. Mi devo giocare il posto con chi di competenza nel mio ruolo e, se dovessi essere chiamato in causa, darò il massimo.

Cresciuto nella Virtus Alba San Nicola di Giovanni Desiato, il promettente difensore classe ’94 viene prelevato dall’Ascoli con cui gioca tre anni allenato da Aloisi, Ilari e Paris. A soli sedici anni si trasferisce alla Spal con cui disputa la Berretti. A gennaio passa al Fondi di Eziolino Capuano, disputando parecchi allenamenti in prima squadra e collezionando 13 presenze e 6 goal nella Berretti. Riparte dalla Vis San Nicola con Giovanni Sannazzaro, poi riparte, disputando metà stagione tra Vigor Lamezia in C2 e Rimini in D. E dall’estate 2015 è entrato a far parte della famiglia maceratese: L’anno scorso sono arrivato con una società fatta di vertici dirigenziali diversi rispetto a quelli che ci sono ora. Quando ho ricevuto la chiamata da parte della società, non ho avuto esitazioni nell’accettare. Nonostante fino all’anno scorso non ho mai giocato la Promozione, reputo che Macerata Campania è un’ottima piazza per fare calcio, al di là di quelli che sono i problemi legati al campo.

In conclusione Andrea Lauritano esprime la sua soddisfazione per la riconferma ricevuta: Mi ha fatto molto piacere essere tra i primi riconfermati. Ho deciso di rimanere, anche perch√© il progetto è molto più interessante rispetto all’anno scorso. Nulla togliere a chi è andato via, ma ora siamo più forti. Dobbiamo conoscerci meglio, ma vedo che stiamo iniziando a girare. Tante altre squadre puntano sui nomi, noi invece siamo una squadra fatta di giocatori seri che vuole essere concreta in campo. Obiettivi? Come fatto l’anno scorso, preferisco non parlarne. Il primo traguardo è la salvezza, poi il resto lo vedremo strada facendo.

DOMENICO VASTANTE

UFFICIO STAMPA A.S.D. REAL MACERATESE

Condividi