Puteolana 1902. Casapulla alza la voce: “Dimissioni non dipendenti da noi”

Una decisione che coglie impreparati, specialmente guardando la classifica e i risultati. Una scelta che sembra aver portato il cuore altrove. Stiamo parlando di Andrea Ciaramella, che sembrerebbe destinato verso altri lidi.

Nella mattinata la notizia delle dimissioni, poi le parole del presidente Emanuele Casapulla: “Riteniamo Andrea Ciaramella una persona perbene che si è sempre comportata, fino a ieri, correttamente nei confronti della Società, dei tesserati e della piazza. Per questo consideriamo il suo atteggiamento incomprensibile ed ingiustificabile, mettendo la società in una situazione inaspettata e complicata da gestire.

Il comunicato è doveroso per chiarire la posizione della Società che, ha sicuramente delle responsabilità per la situazione venutasi a creare domenica ed amplificata e riportata erroneamente da alcune testate giornalistiche (rientrata in poche ore), e per richiamare tutti al massimo impegno, senza offendere o delegittimare nessuno.

Pertanto i motivi delle dimissioni (non di tutto lo staff tecnico che oggi sarà regolarmente al campo a dirigere la seduta di allenamento) per nessuna causa sono da attribuire alla società, ma ad una valutazione personale del mister che lascia un gruppo ed un primo posto, aggiungendo con un accordo con un club maltese che si dovrebbe formalizzare nel giro di pochi ore. Al mister va il nostro più grande in bocca al lupo. Ora, come sempre, bisogna guardare avanti e concentrarsi esclusivamente sui risultati sportivi che dobbiamo e possiamo sicuramente ottenere.”

Parole dure verso colui che ha guidato sul campo la rinascita dei diavoli. Parole di delusione, di perplessità, nelle quali si legge il disappunto di una scelta che trova poi motivazione nell’accordo quasi imminente di Ciaramella con l’Hamrun Spartans. Adesso la società si ritrova nella difficoltà di voler scegliere la giusta guida per concludere il campionato cercando di non perdere tutto.