Poseidon. Arriva la prima vittoria per i capaccesi, Santese atterra la Rocchese

Terza giornata in programma al Mario Vecchio di Capaccio Paestum: la Poseidon di Petraglia era a caccia della prima vittoria stagionale dopo due pareggi e la sconfitta nell’ andata del primo turno di coppa con il San Vito Positano, stesso discorso per gli ospiti della Rocchese guidata da Di Mieri: nel caso dei rossoblu zero punti nelle prime due gare per le sconfitte contro Giffonese e Giffoni Sei Casali. Nella Poseidon ancora assente Cascone, mentre indisponibili erano anche Lo Schiavo e Marchese. La gara era diretta dal signor Nosenzo di Salerno, i suoi assistenti erano Pepe e D’Amico entrambi della sezione di Nocera Inferiore. Formazione quasi obbligata per i padroni di casa con Finaldi a guidare le retrovie, Zoro in mezzo e Pecora davanti con Barone, nella Rocchese l’esperto Benevento in porta, Maiorino a giostrare a centrocampo e Schiavi di punta.

La cronaca del match: all’8′ prima occasione per la Poseidon con una palombella di Barone bloccata da Benevento.
Al 12′ da uno svarione difensivo rispondeva la Rocchese con un diagonale di Capuano da buona posizione, palla fuori.
Al 16′ gran sgroppata sulla sinistra di Ferruzzi, magia di Pecora con un gran colpo di tacco, e traversa per l’ex Sanmaurese. Un minuto dopo destro di D’Avella, alto.
Al 23′ diagonale di Pecora e salvataggio di Benevento, ma nell’ area piccola sulla respinta in mischia nessuno arrivava al tap-in. Era, tuttavia il preludio al gol che arrivava un minuto dopo con Santese che riusciva a sfruttare un contropiede insaccando a porta sguarnita. Non accadeva nulla fino al 38′: occasionissima per la Rocchese. Da un’azione partita dal piede di Capuano, miracolo di Margiotta che salvava il risultato su Di Somma.
Con il punteggio di 1-0 si chiudeva il primo tempo.
La ripresa si apriva con un bel contropiede orchestrato da Mango, suggerimento per Barone e palla alta.
Eravamo al 49′.
Al 57′ sugli sviluppi di un corner, batti e ribatti in area, poi ci provava dal limite Barone, ma bloccava Benevento. Sul ribaltamento di fronte un minuto più tardi sventola di Di Somma, bravo a deviare in corner Margiotta.
Al 60′ ancora sgroppata di Barone che toccava dietro per D’Avella, il suo tiro d’interno piede si stampava sul palo.
Il finale di partita era convulso, ma non registrava ulteriori occasioni ambo le parti con gli uomini di Petraglia bravi a gestire i minuti finali, portando a casa i primi tre punti della stagione. Nel prossimo turno trasferta a San Marzano, mentre mercoledì si disputerà il ritorno di coppa col San Vito Positano.

Poseidon L.: Margiotta; Raimo, Ferruzzi, D’Avella, Finaldi, Magliano, Pecora, Zoro, Mango, Barone, Santese (78′ Volpe). A disp: Frunzo, Palumbo, Citro, Guarino, Santangelo, Dembele, Rafik, Belgrande. All. Petraglia

Rocchese: Benevento; Mandile, Di Domenico (66′ Maiorino), Pannullo (84’Iovine), Zito, Di Libero, Capuano, Maiorano, Schiavi (61′ Liguori), Lamberti, Di Somma. A disp. Rescigno, Grillo, Avino, Catone, Maiorino, Iovine, Fabbricatore, Liguori, Esposito. All. Di Mieri.

Ammoniti: Barone, Santese (P), Mandile, Di Domenico, Lamberti, Di Somma (R)

Bruno Marinelli, capo ufficio stampa U.S. Poseidon Licinella

Condividi