Pomigliano-Noto 3-0. Varriale: “Difesa inviolata e 3 punti, la domenica perfetta”

Dopo la probante vittoria del “suo” Pomi sul Noto, Pietro Varriale, autore di una signora prestazione, rilascia interessanti dichiarazioni post-partita ai nostri microfoni. Ecco quanto evidenziato:

“Il gol? E’ la cosa che conta di meno. L’importante, in primis, è stato vincere, poi viene il fatto di non aver subito reti e poi, per ultimo, il mio gol. Sono un giocatore che antepone i risultati di squadra a quelli personali ed oggi sono molto soddisfatto della prestazione globale della squadra. Abbiamo dimostrato di essere un buon gruppo, attaccando l’avversario e mettendo la grinta di oggi, riusciremo a toglierci belle soddisfazioni. Io capocannoniere? Questa cosa mi fa ridere: in genere non sono uno che segna molto, il mio record è di quattro reti in una stagione e quest’anno sono già a cinque, bene cos√¨ ma queste statistiche lasciano il tempo che trovano. La cosa che mi preme è mettere quanti più punti possibile in cassaforte. Il rigore? Suriano mi ha chiesto di calciarlo e, siccome sono io il designato per i penalty, gli ho ceduto volentieri l’incombenza, in quanto per un attaccante fare gol è più importante che per me. Seno, però, mi ha espressamente chiesto di tirare e a quel punto ho obbedito. La gara di Festa? Sono molto contento per lui, ha giocato una bella partita, in barba all’emozione della prima volta.”

Condividi