Pomigliano Femminile. La carica di Penelope Riboldi: “Grinta e carattere contro il Cittadella, vogliamo i tre punti”

Domenica 11 ottobre big match della Serie B Femminile: allo stadio “Ugo Gobbato” il Pomigliano attende il Cittadella, per quello che sarà uno scontro al vertice in quanto entrambe le compagini detengono il primato, entrambe con 7 punti in classifica, così come la Lazio e il Brescia.

Pomigliano – Cittadella sarà lunch match, proprio perché la gara sarà anticipata alle ore 12.

Nel corso della settimana le pantere hanno preparato la partita nei minimi dettagli agli ordini del tecnico Salvatore Esposito e di tutto il suo staff.

Ai microfoni della sala stampa interviene Penelope Riboldi, tra le senior della compagine granata.

Cosa ti aspetti da questa gara? “Mi aspetto una partita molto difficile contro una squadra che ha i nostri stessi punti, penso che sarà un match molto acceso e dobbiamo entrare in campo molto grintose e determinate, come siamo solite fare. Non dobbiamo avere timore di nessuno, perché abbiamo dimostrato quello che siamo in grado di fare, siamo un bel gruppo, composto da giocatrici di valore. Vogliamo portare a casa questi tre punti”.

Ancora la centrocampista granata: “Abbiamo iniziato una bellissima stagione, avevo capito fin da subito che questo gruppo poteva puntare in alto perché è composto da calciatrici di spessore che hanno fatto tanta serie A, giocatrici di qualità, ci sono giovani molto interessanti. Dobbiamo continuare con umiltà e determinazione il nostro percorso”.

La carica della Riboldi in vista del Cittadella: “Alle ragazze dico di credere nelle loro capacità ma di credere soprattutto nella forza del gruppo che siamo, perché alla fine, sembra scontato dirlo ma è bene sottolineare questo aspetto: è il gruppo la cosa più importante, ed è ciò che davvero fa la differenza. Le partite le vinci grazie alla forza del gruppo, quindi dobbiamo restare tutte unite, aiutarci, correre l’una per l’altra e facendo così i risultati continueranno ad arrivare. Forza Ragazzeeeee!!!”.

 

FOTO DI LUCA BOTTARO