Pomigliano Femminile. Il cuore non basta, pantere sconfitte dalla Roma

Due reti giallorosse piegano il grande cuore delle pantere. Caesar nega il pareggio ad Amorim Dias.

ROMA – Risollevarsi dopo la sconfitta di Sassuolo, ritrovarsi per continuare il cammino positivo in una corsa salvezza tremendamente equilibrata, con un classifica playout corta con chance intatte per tutte le squadre impelagate nella parte bassa della graduatoria. Contro la Roma si preannuncia un’impresa difficile; capolista con quattro lunghezze sulla Juve, unica squadra ad infiggere una sconfitta alle giallorosse.

Nelle ultime cinque gare le romane hanno fatto filotto, cinque vittorie senza steccare nulla, un pari interno nella sfida di Champions contro il Wolfsburg e turn over quasi certo per le ragazze di Alessandro Spugna. Nel Pomigliano manca l’infortunata Konat e Sanchez riscopre Apicella difensore centrale al fianco di Passeri. Sugli esterni le conferme di Rizza e Fusini, centrocampo a quattro con Ferrario a dettare i tempi con il supporto di Gallazzi, Di Giammarino e Battelani. L’estro e la fantasia di Sena al fianco di Martinez in attacco. Si parte dopo aver sottolineato l’importanza del 1522, il numero attivato dalla Presidenza del Consiglio per tenere aperto un canale utile a segnalare abusi, che invita a denunciare ogni forma di violenza. Subito la Roma con una conclusione dalla distanza di Andressa che trova solo una deviazione.

Pericolosa Serturini al 3’ con respinta di pugni di Cetinja. Un minuto e Serturini costruisce un assist per Lazaro che sfiora il palo. Tenta di allentare la pressione il Pomigliano con il lancio di Battelani per Martinez che prova a sorprendere Ceasar in posizione avanzata, ma palla che si perde sul fondo (12’). Si difende con affanno la squadra di Sanchez, dalla distanza Giugliano con chiusura in angolo del portiere serbo. Sull’angolo è Linari a scaricare il suo sinistro ancora su Cetinja e ancora un’occasione sprecata (18’). E’ un monologo Roma. Cinotti al 23’ e tiro deviato in angolo. Prova una reazione il Pomigliano al 25’ con il tiro di Di Giammarino: palla sopra la traversa.

Interessante ripartenza di Martinez con Linari brava ad impedire il passaggio filtrante per una liberissima Taty. Sugli sviluppi dell’angolo la conclusione di Taty respinta della difesa giallorossa (27’). Sfiora il palo basso Roman al 32’ su cross dalla sinistra: svetta più alta di tutte ma non trova la marcatura. Pericolosa Andressa che costringe Cetinja alla respinta (34’). Difesa campana compatta e Giugliano tenta la sorpresa dai 30 metri con palla che non si abbassa (35’). Il portiere serbo in evidenza al 42’ su conclusione di Cinotti. Brava Cetinja a chiudere in angolo. La sblocca la Roma al 44’ con Serturini che lascia partire un gran destro che brucia Cetinja all’incrocio a conclusione di una ripartenza. Senza recupero si va al riposo. Schieramenti confermati alla ripresa. Su calcio di punizione Battelani sfiora l’incrocio al 48’.

Pomigliano che resta attaccato alla partita. Sanchez inserisce Amorim Dias al posto di Martinez provando a rivitalizzare l’attacco. Ma è ancora la Roma a costruire pericoli sull’asse Serturini-Roman con palla alta sulla traversa (56’). Rischia il Pomigliano al 60’: un recupero di Roman e la parata di Cetinja che neutralizza il pallonetto tentato dalla norvegese. Sfiora il pareggio il Pomigliano al 73’: Novellino in velocità, cross basso per Amorim Dias e grande parata di Caesar che salva il risultato. I cambi di Spugna puntano a tenere alto il baricentro della squadra tentando di chiudere una partita che a tratti si ingarbuglia per merito del Pomigliano: dentro Giacinti e Haavi.

Raddoppia la Roma al 92’ proprio con Valentina Giacinti, in posizione dubbia di fuorigioco, che spinge in rete un assist di testa di Roman. Vince la Roma, vince una gara dominata ma resa complicata dall’atteggiamento del Pomigliano, attento a rimanere sempre in partita, a cercare la via della rete in ogni momento, in ogni condizione.

ROMA 2-0 POMIGLIANO
[ROMA 26-11-2022 | “TRE FONTANE” | ore 12.30]

ROMA: Ceasar, Minami, Cinotti (dal 62’ Greggi), Landstrom (dal 75’ Haavi), Alves da Silva (dal 85’ Kramzar), Giugliano, Serturini (dal 62’ Glionna), Haug, Kollmats (dal 62’ Giacinti), Lazaro, Linari. A disp.: Lind, Bartoli, Ciccotti, Bergersen. All.: Alessandro Spugna.

POMIGLIANO: Cetinja, Rizza, Fusini, Apicella, Passeri, Ferrario, Di Giammarino (dal 71’ Miotto), Gallazzi (dal 70’ Rabot), Sena (dal 81’ Corelli), Martinez (dal 51’ Amorim Dias), Battelani (dal 70’ Novellino). A Disp.: Fierro, Barretta, Sangarè, Manca. All.: Carlo Sanchez.

ARBITRO: Luca Angelucci di Foligno
ASSISTENTI: Massimiliano Bonomo di Milano, Vincenzo Pedone di Reggio Calabria
QUARTO UOMO: Roberto Rago di Moliterno

RETI: 44’ Serturini (R),  92’ Giacinti (R).

NOTE: Giornata piovosa, terreno di gioco in erba naturale in buone condizioni. Angoli 11-2 Ammonite:  Giugliano (R),  Amorim Dias (P). Espulse: Recupero: 0’ pt 5’ st