Pomigliano. Col Ragusa 3 punti a tavolino: in Coppa occhio a mister 200 gol

Il Pomigliano si gode il meritato approdo in finale di Coppa Italia serie D. I granata di mister Biagio Seno hanno eliminato una nobile decaduta come l’Arezzo, vincendo 2-0 in terra toscana e pareggiando 0-0 nel return-match al Barassi di Secondigliano. Tra le nobili vittime cadute ai piedi dei pomiglianesi (nel corso della Coppa Italia D 2013-14) ci sono anche Savoia ed Akragas.

CAMPIONATO – Domenica pomeriggio i granata non scenderanno in campo, anzi incamereranno 3 punti preziosissimi contro l’oramai radiato Ragusa. De Rosa e soci balzeranno cos√¨ a quota 34 in classifica, in attesa di capire Orlandina e Due Torri cosa faranno nelle rispettive sfide. Nella gara di andata i pomiglianesi pareggiarono 1-1 in terra sicula.

ATTENTI A MISTER 200 GOL – La finale di Coppa Italia, nonostante si giochi ad inizio aprile, è un chiodo fisso nella mente dell’ambiente granata. Contro il Pontisola, che ha fatto fuori i piemontesi del Gozzano, bisognerà tener d’occhio l’attaccante ex Albinoleffe Stefano Salandra che, nella sua carriera, ha segnato oltre 200 reti. Il centravanti classe 1980 ha giocato il 90% della sua carriera in quarta serie (indossando le maglie di Oggiono, Colognese e Pontisola), 3 campionati nell’ex serie C2 (con le maglie di Prato, Meda e Biellese) e un anno in C1 con la maglia dell’Albinoleffe. Nell’ultima stagione è andato a segno ben 26 volte con la casacca dei bergamaschi cucita addosso, con tanto di festeggiamenti e maglia celebrativa in occasione del 200esimo gol personale: dal 2004 ad oggi, se si esclude il campionato 2010/11 (in cui ha collezionato appena 18 apparizioni) Salandra è andato sempre in doppia cifra. Salvatore Alligrande

foto: Cirinei