Poker Scafatese, quattro reti al Costa d’Amalfi

Vince e convince la Scafatese di Stefano Liquidato che con un netto 4-0 impartito al Costa D’Amalfi inizia nel migliore dei modi il girone di ritorno, andando a dormire per una notte con il secondo solitario in classifica.

Il tecnico giallobleu deve fare a meno dello squalificato Iovinella e ridisegna la difesa a tre con i soliti Trezza e Esposito e con il rientrante Masullo, Manzo e Di Pasquale esterni di un centrocampo composto da Napolitano, Costantino e Cavaliere a sostegno della coppia d’attacco Alvino-Evacuo.

Proprio la coppia d’oro canarina indirizza subito il match con un uno-due da ko: dopo il tentativo di un Napolitano in giornata di grazia che impegna Manzi è Alvino a siglare il vantaggio con una plastica rovesciata dall’interno dell’area che coglie impreparato l’estremo difensore ospite. Al 12′ ci pensa ancora Napolitano a riscaldare i guantoni del portiere ospite ma per il raddoppio canarino bisogna aspettare il 17′: l’indecisione difensiva degli uomini di Proto premia Evacuo che ruba palla ai trenta metri, si invola da solo e, con un doppio passo alla Ronaldo, lascia a terra Manzi e deposita il pallone in fondo al sacco, andando in doppia cifra nella classifica marcatori.

Al 29′ ancora Scafatese in avanti dopo l’ottimo intercetto di Costantino, ma questa volta ancora il destro Evacuo non trova lo specchio, ma la prima frazione si conclude con il Costa D’Amalfi che si fa vedere dalle parti di Botta, con il portiere giallobleu che prima deve rispondere bene sul destro di Criscuolo mentre al 35′ deve studiare bene la traiettoria dopo la prorompente ripartenza di Apicella, anche se l’ultimo episodio di un primo tempo ricco di palle-gol porta nuovamente la marca canarina, con la conclusione di Napolitano che viene ribattuta da Manzi.

Al rientro dagli spogliatoi Liquidato ridisegna la sua squadra facendo ben tre cambi, con gli inserimenti di Iommazzo, Senatore e Tagliamonte, e tornando alla difesa a quattro; al 66′ su lancio lungo Evacuo gioca da sponda per Alvino, il fantasista giallobleu imbecca proprio il neo entrato Tagliamonte che spara sotto la traversa un destro che non lascia alcun scampo a Manzi. Se l’azione del quinto gol in campionato del classe 1999 si può definire bella è letteralmente da applausi quella del definitivo poker: al limite dell’area canarina un indemoniato Napolitano ruba palla in spaccata e serve subito Alvino che spacca letteralmente in due il campo, approfitta del movimento di Tagliamonte per sfruttare lo spazio ma ricama un assist al bacio per Evacuo che finta il tiro di sinistro e poi conclude di destro insaccando l’undicesima rete in campionato, la tredicesima in stagione.

Altri tre punti per la Scafatese che tocca quota 40 in classifica; i canarini scenderanno in campo nell’infrasettimanale di mercoledì contro l’Ercolanese per l’ultima gara del 2022.

[17 Dicembre 2022, Stadio “Giovanni Vitiello” di Scafati]

SCAFATESE: Botta 04, Trezza, Esposito (75′ Salvatore), Masullo, Di Pasquale 03 (45′ Senatore), Cavaliere (45′ Iommazzo), Manzo (45′ Tagliamonte), Costantino (58′ Canale), Napolitano, Evacuo, Alvino.
A disposizione: Scarpati 02, Iommazzo, Verrone 05, Salvatore 04, Zatico 04, Senatore 04, Acanfora 06, Canale, Tagliamonte.
All: Liquidato Stefano

COSTA D’AMALFI: Manzi, Matrone, Orta (24′ Galiano), Giliberti 03, Esposito 03, Ferraiolo, Proto, Criscuolo (45′ Celentano), Serretiello 05 (45′ Amatruda 04), Apicella (55′ Palmieri), Infante (68′ Ferrara).
A disposizione: Cuomo 04, Crispini, Galiano, Galano 04, Celentano, Palmieri 03, Amatruda 04, Esposito 05, Ferrara.
All: Proto Luigi

RETI: 8′ Alvino, 17′ Evacuo, 66′ Tagliamonte, 74′ Evacuo

Arbitro: Leonardo Cipolloni di Foligno
Assistenti: Giovanni Di Luca di Napoli e Francesco Di Rosa di Torre Annunziata
Note: Ammoniti: Iommazzo (S), Ferrara (C). Calci d’angolo: 5-5.