Playout: Napoli resta in A

L’ultimo atto della stagione del Napoli si è disputato tra le mura amiche, dove i partenopei attendevano il Venezia nel ritorno della sfida salvezza. All’andata dei playout la compagine di mister Tarantino aveva messo già un bel po’ di distanza tra s√© e i veneti, un 6-1 che profumava già di salvezza. Ad accogliere i biancoazzurri c’è il pubblico delle grandi occasioni, da subito il Venezia non appare la formazione irresistibile che potrebbe compiere il miracolo, inoltre a timbrare la discesa dei veneti in serie A2 ci pensano subito un doppio Pasquale De Luca (al 7’49” e 16’50”), il capitano Antonio Campano (9’53”) e Daniele Melise (14’06”), le cui reti mandano al riposo le squadre sul 4 a 1, di Callegarin (18’01”) la rete veneta della prima frazione. Dopo l’intervallo è show partenopeo con Bico (3’25”), Melise (5’47” e 7’17”), Campano (7’48”), ancora Bico (16’32”), Emer (18’42”), di nuovo Campano (19’15”), per gli ospiti è la doppietta di Agatea a sancire il definitivo 11 a 3 per il Napoli. Alla sirena si scatena la festa, tra cori e applausi di giocatori e tifosi, il tecnico partenopeo Carmine Tarantino viene portato in trionfo dai suoi.
Una stagione a fasi alterne quella del Napoli, il bivio la gara interna contro il Kaos Bologna, quando si è passati dal possibile accesso alle final eight di Coppa Italia alla lotta retrocessione. L’obiettivo prefissato è ormai raggiunto, arriva il momento dei festeggiamenti, ma per il club partenopeo si avvicina anche quello della programmazione per una nuova stagione in serie A.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *