Pallamano. La Supercoppa va alla Jomi Salerno, Brixen ko

La Jomi Salerno si aggiudica la Supercoppa Italiana. Il team di coach Francesco Ancona ha fatto la voce grossa al Centro Tecnico Federale FIGH di Chieti nella finale disputata contro Brixen, chiudendo il 2022 con una grande vittoria. La formazione campana ha messo le mani sulla terza Supercoppa Italia consecutiva, la settima complessiva (record), battendo la squadra trentina con il punteggio di 22-21. Un successo che ha permesso a coach Ancona di entrare di diritto nella storia della Pallamano. Infatti, il tecnico della Jomi Salerno è l’unico allenatore ad aver vinto una finale di Supercoppa sia con un team di uomini (Junior Fasano) che di donne (Jomi Salerno).

ALLA JOMI SALERNO NON BASTA IL GRANDE IMPATTO, BRIXEN AVANTI 

Il match è tiratissimo e ricco di emozioni sin dai primi minuti. Per larghi tratti del primo tempo, è la Jomi Salerno di coach Francesco Ancona a dominare. Ad aprire le marcature, di fatto, è la formazione campana. La squadra salernitana va in rete prima con Ramona Manojlovic e poi Ilaria Dalla Costa. Doppio vantaggio maturato anche dopo le due parate provvidenziali di Daniela Pereira. La Jomi Salerno si mette in mostra con ottime trame di gioco ed un’attenta fase difensiva. Il team campano resta al comando della gara fino al minuto 20, grazie anche agli interventi di Daniela Pereira. Nel momento clou della prima frazione, però, cambia l’inerzia della gara a causa sopratutto dell’infortunio di Ilaria Dalla Costa. Il Brixen ritorna nel vivo della sfida mettendo in grande difficoltà la Jomi Salerno con offensive continue e sontuose. Dopo essersi portata a -5 al 27esimo, la squadra guidata da Hubert Noessing ribalta la sfida chiudendo il primo tempo con un vantaggio di 12-10.

LA JOMI SALERNO RIMONTA, DECISIVA PEREIRA

I ritmi nella ripresa si alzano ancor più. Dopo l’infortunio patito, Ilaria Dalla Costa rientra in campo e va in gol portando le sue a -1. Messo da parte il brutto blackout avuto negli ultimi minuti del primo tempo, la Jomi Salerno torna a rendersi minacciosa. Con determinazione e spirito di sacrificio, il team di coach Ancona trova il pari con un 7 metri di Lucila Stettler che riporta il punteggio in parità (14-14). Dopo una serie di botta e risposta, la Jomi Salerno ruba la scena con Ramona Manojlovic e Daniela Pereira. È proprio il portiere portoghese a giganteggiare nel finale effettuando una serie di parate che permettono alla Jomi Salerno di conquistare la settima Supercoppa della sua storia. Successo che la squadra ha condiviso con i diversi tifosi presenti a Chieti.

COACH ANCONA DOPO LA VITTORIA

Al termine del match, il tecnico della Jomi Salerno, Francesco Ancona, ha commentato la bella vittoria usando delle grandi parole per la sua squadra: “L’approccio alla gara è stato ottimo, era quello che volevo. Ci siamo spenti in difesa a metà del primo tempo e se non giochiamo in difesa non possiamo giocare. Nel secondo tempo siamo entrati in campo con un’altra testa e, nonostante i tanti errori in attacco, siamo riusciti a coprirci bene in difesa. C’era tanta insicurezza prima del match ma anche un forte senso di responsabilità, ma è anche giusto così: se questa squadra vuole stare in alto deve anche caricarsi delle sue responsabilità. Ora affronteremo diversamente il resto della stagione, questa vittoria dà a noi, ma anche alle avversarie, più consapevolezza delle capacità della squadra. Io sono molto contento, per me è un vanto essere l’unico ad aver vinto sia con gli uomini che con le donne, ma sono felice soprattutto per le ragazze e per la società che mi ha voluto: spero, con questa vittoria, di aver iniziato a ripagarli. Ringrazio anche i nostri tifosi che sono venuti fino a Chieti per sostenerci dall’inizio alla fine, spero che al ritorno a Salerno siano sempre più numerosi alla Palumbo”.

TABELLINO

Brixen – Jomi Salerno 21 – 22 (12 – 10)

Brixen: Eder 1, Hilber (K) 3, Pruenster, Di Pietro, Vegni 2, Put 7, Habicher 2, Babbo (VK) 3, Luchin, Rabanser, Di Carlanic, Kiesenhofer, Sozio, Vikoler. All. Hubert Noessing.

 Jomi Salerno: Stellato 1, Dalla Costa (VK) 5, Rossomando, Calzado De Toro 2, Avagliano, Squizziato 2, Formato, Di Giugno, Stettler 1, Bajciova 3, Manojlovic 5, Napoletano (K) 3, Pereira, Lauretti Matos. All. Francesco Ancona.

 Arbitri: Passeri, Rinaldi

 Commissari: Onnis, Aldea