Nuova realtà per giovani calciatori, nasce l’Accademia del calcio Mugnano: ecco il progetto

Se puoi sognarlo, puoi farlo. Da un’idea, un sogno di due amici, Umberto Prisco e Giancarlo Improta, nasce la scuola calcio “Accademia del calcio Mugnano”.

Entrambi calciatori con curriculum di tutto rispetto, Umberto Prisco attualmente in forza all’Afragolese neopromossa in serie D. Vanta 316 presenze in club come Potenza, Brindisi, Vastese, Cassino, Turris, per citarne alcuni, condite da 88 reti realizzate. Giancarlo Improta, invece, conta 340 presenze tra serie C e D, ha vestito le maglie del Cassino, Giulianova, Melfi, Sorrento, Campobasso, Turris e Portici, realizzando 106 goal in carriera. Secondo genito di un trio di fratelli partenopei con il goal nel DNA. Umberto, neo acquisto dei molossi Nocerina in serie D, e di Riccardo, bomber del Benevento in serie A.

Il progetto “Accademia del calcio Mugnano” è quello di una scuola calcio con un metodo d’insegnamento innovativo, che mette al centro la crescita, non solo tecnica, ma anche fisica e psicologica dei suoi giovani allievi. Lo staff è formato da ex calciatori, preparatori atletici, istruttori qualificati, psicologi e nutrizionisti. Tra i punti di forza, l’Accademia del calcio Mugnano, si può ostentare di essere l’unica scuola calcio del territorio, ad avere una struttura privata come sede e campo da gioco.

Infatti il progetto si svolge e sviluppa all’interno del “Games Village” di Mugnano, un centro sportivo di 5000mq con campi da calcio a 8 e a 5, paddle e beach soccer e volley. Giovedì alle 17:00 va in scena il primo dei due open day organizzati, dove saranno presenti come ospiti tanti calciatori partenopei. Una giornata dove poter visitare la bellissima e all’avanguardia struttura di Mugnano, sita in via Pietro Nenni 36, nel corso dell’open day si potrà interagire e divertirsi tirando due calci al pallone, con giocatori esperti del panorama campano.

Un progetto quello dell’Accademia del calcio Mugnano, molto ambizioso, sviluppare il talento che è dentro ogni bambino, che ama questo sport e che sogna, quel logo, quella A, che somiglia ad un diamante perfetto e prezioso, ricco di sfaccettature, sulla manica della propria maglia.

Condividi