Nocerina. Via al toto-allenatore: Sannino un sogno, possibile soluzione interna

Con la sconfitta di ieri ad Ugento si è chiusa l’esperienza di Giovanni Cavallaro come allenatore della Nocerina.

Il tecnico palermitano è stato esonerato con un comunicato ufficiale arrivato a mezzanotte inoltrata, quando negli States erano le 14 circa, con il patron Natale che probabilmente non ha digerito gli ultimi risultati del tecnico rossonero (6 punti sui 24 disponibili nelle ultime 8 gare per i molossi).

Chiuso il capitolo Cavallaro , forse con un pò di ritardo visto il momento della stagione in cui arriva -4 partite ancora da giocare nel girone H di serie D più eventuali playoff-, è il momento di pensare a chi dovrà prendere in mano la squadra in questo rush finale. Beppe Sannino è il nome che vorrebbe fortemente il presidente Giancarlo Natale soprattutto nell’ottica della prossima stagione: l’ex Chievo e Siena con cinque stagioni in serie A in curriculum e tanta serie B è tornato in Italia dopo quattro anni a Tripoli dove ha vinto il campionato, con la dirigenza dell’ Al-Ahli che non è riuscito a convicerlo a restare.

Il tecnico di Ottaviano però sembra essere una ipotesi irragiungibile viste le poche certezze che attualmente può dare la dirigenza rossonera, ricordando che al momento non è chiara l’organizzazione societaria e tecnica.

Più percorribile è la pista che porta ad un allenatore di categoria che salvi il salvabile da qui alle prossime quattro gare, o addirittura alla conferma di Emilio Salsano che ha sostituito già Cavallaro nelle ultime due partite in cui era squalificato contro Nola ed appunto Virtus Matino.