Nocerina. Un buon primo tempo e un super Volzone non bastano, in finale va il Latina

Termina in semifinale il post season del girone G di Serie D della Nocerina che non riesce nonostante un buon primo tempo ed un Volzone stratosferico a superare il Latina che va in finale dopo i tempi supplementari per miglior piazzamento in classifica, a nulla è servito il pari in extremis di Rizzo che ha risposto al rigore di Di Renzo al secondo minuto dell’extra time.

Mister Cavallaro schiera nel suo 11 iniziale Volzone tra i pali con Rizzo, Morero e Donida nella difesa a 3. A centrocampo ancora Katseris con Esposito sulle fasce, al centro con Donnarumma c’è Vecchione con El Bakhtaoui, Diakitè e Dammacco in avanti.

La partita sin da subito offre buoni spunti, con le squadre che si rendono spesso pericolose senza però sbilanciarsi eccessivamente: parte subito forte la Nocerina che dopo un giro di lancette ci prova con El Bakhtaoui ben servito da Dammacco, è bravissimo però da un difensore a chiudere sul fuoriclasse franco-marocchino in angolo, dal corner molossi ancora pericolosi con Dammacco e Katseris in due tempi, la difesa pontina spazza. Al 3′ è capitan Morero a tentare la via del gol su azione d’angolo ma schiaccia troppo il colpo di testa con la sfera che termina di poco fuori. Due minuti più tardi la prima occasione per il Latina con Barberini che si trova a tu per tu con Volzone, bravissimo il portiere rossonero a deviare sul fondo, sugli sviluppi del corner è Sevieri ad avventarsi sul pallone prima di tutti ma la sua conclusione termina di poco al lato. Non c’è un attimo di respiro nel primo quarto di gara tant’è che tra il 7′ ed il 9′ sono prima i padroni di casa ad andare vicini al vantaggio su azione d’angolo con Pompei che vede negarsi la gioia del gol da Volzone, poi El Bakhtaoui ci prova da lontanissimo ma la difesa ospite però disimpegna non senza problemi così come a cavallo del 20’è ancora la Nocerina ci prova due volte con i suoi avanti senza però trovare il gol. Al 27′ l’episodio che potrebbe cambiare la gara: Katseris atterra Pompei in area di rigore e si fa male, l’arbitro assegna calcio di rigore ai padroni di casa, ma Corsetti dal dischetto si fa ipnotizzare da Volzone e fallisce il penalty. Dopo il calcio di rigore fallito dal Latina la gara cala leggermente d’intensità, al 41′ però i nerazzurri su punizione con Sarritzu trovano ancora Volzone in stato di grazia a deviare prima che dopo due minuti di recupero il direttore di gara mandi le squadre a riposo su uno 0-0 bugiardo per la grandissima quantità di occasioni da una parte e da un’altra.

L’inizio di secondo tempo è piacevole come la prima frazione, tant’è che già al 48′ con Corsetti si trova a due passi da Volzone ma il pipelet rossonero ancora una volta neutralizza la conclusione dell’avanti pontino. Otto minuti più tardi la Nocerina si fa avanti con una bella azione corale che porta Dammacco al tiro con la palla che sibilia vicina al palo, prima che al 65′ El Bakhtaoui tenti la via del gol su punizione con Alonzi non è perfetto in uscita, ma non c’è nessun giocatore rossonero a spingere la palla in rete. La partita inevitabilmente cala di ritmo complice il forte caldo del Francioni e le due squadre optano per alcuni cambi, ma a nove minuti dal novantesimo è ancora El Bakhtaoui dai venti metri a provarci con Alonzi a dirgli no. Succede poco e nulla nel finale di gara, le squadre sono così costrette ai tempi supplementari per decidere chi passerà in finale.

Al terzo minuto del primo tempo supplementare il Latina si porta avanti: tocco di mano di Donida su un cross dalla sinistra, per il signor Arcidiacono è calcio di rigore, Di Renzo però non sbaglia battezzando lo stesso angolo del rigore sbagliato da Corsetti e fa 1-0. Mister Cavallaro tenta allora il tutto per tutto inserendo Sorgente che rientra dopo due mesi in campo per capitan Morero, un attaccante per un difensore ma al 99′ El Bakhtaoui si libera e crossa al centro per Donida, l’esperto difensore però non riesce a dare forza al colpo di testa prima che il numero 92 si metta in proprio al 103′ ma un difensore gli muri la conclusione.
I molossi accusano il colpo complice un Latina che riesce bene a spezzettare il gioco e nel secondo tempo supplementare rischiano di capitolare quando al 109′ Donida nel tentativo di servire in retropassaggio Volzone non si rende conto che Corsetti è alle sue spalle e gli ruba la sfera, ma è ancora l’estremo difensore della Nocerina a salvare i suoi. Nell’ultimo minuto di recupero la Nocerina pareggia i conti con Rizzo bravo a risolvere una mischia su calcio d’angolo dopo un’uscita a vuoto di Alonzi ma non serve: i molossi perdono così l’occasione di raggiungere il Savoia in finale salvando il salvabile, ora si attendono novità sul futuro di questa Nocerina e la conferenza del patron Maiorino annunciata per fine stagione.