Nocerina. Niente stipendi, niente allenamenti: anche la squadra contro il patron

Nervi tesi in casa Nocerina quest’oggi: la squadra avrebbe dovuto riprendere gli allenamenti dopo la pausa prolungata per lo stop del campionato ma così non è stato.

Capitan Garofalo ed i suoi compagni non sono scesi in campo stamattina al Novi in segno di protesta nei confronti del patron Maiorino che prima di Natale aveva promesso di saldare parte delle mensilità arretrate, sembra anzi abbia detto che al momento è impossibilitato nel farlo; vano il tentativo di mediazione del diesse Bolzan (assente ad Angri come mister Cavallaro causa Covid) che ha provato a convincere la squadra ad allenarsi ricevendo un no categorico, i tesserati hanno -a ragione- rilanciato, manifestando la volontà di non tornare  in campo fin quando il presidente non avrà rispettato gli impegni nei confronti dei suoi tesserati.

Sul fronte cessione della società intanto a quasi un mese dalla richiesta di visionare la situazione debitoria da parte degli italo americani, mancherebbero ancora alcuni documenti che il presidentissimo non ha fornito agli acquirenti, inspiegabile questo suo comportamento alla luce di tutto quello che succede in casa Nocerina negli ultimi mesi e nelle ultime ore: Maiorino non molla, ma di questo passo la Nocerina è destinata al fallimento sportivo ed economico per colpa di quello che oramai sembra essere il capriccio di uno solo.