Nocerina. Immensamente Liurni: i molossi sfatano il tabù dello Iacovone

Nel primo dei due anticipi della quindicesima giornata del girone h di serie D la Nocerina si impone di misura sul Taranto grazie al gol al 67′ del solito ed immenso Lorenzo Liurni, sfatando cos√¨ il tabù dello “Iacovone” dove i molossi non avevano mai vinto prima di oggi.

Il tecnico Esposito cambia qualcosa nell’11 iniziale: Scolavino confermato tra i pali mentre torna titolare in difesa dopo 2 giornate di squalifica Calvanese con Campanella e D’Anna; centrocampo composto da De Siena, Carrotta, Mincione e Corcione, in avanti debutta il neo acquisto Matias Cristaldi con l’inamovibile -poi match winner- Liurni e Pasquale Messina.

Primo tempo di sostanziale equilibrio tra le squadre in campo: la prima e doppia occasione del match, è del Taranto al 6‚Ä≤ con Croce che lanciato da Oggiano in profondità calcia di prima intenzione da posizione defilata, bravo Scolavino a chiudere in calcio d’angolo. Dal seguente corner è lo stesso Oggiano a provarci, la palla si stampa sulla traversa. La risposta molossa è al 18‚Ä≤ con un tiro di Liurni che va fuori. Al 26‚Ä≤ liscio di Pelliccia con Liurni che si trova a tu per tu col portiere, abile nel recuperare in extremis. I molossi rispondono tre minuti dopo con il solito Liurni che evita un difensore e conclude, para il portiere pugliese. Al 34‚Ä≤ ci sarebbe il vantaggio dei padroni di casa con Genchi, l’arbitro annulla tutto per fuorigioco. Sul finire di gara ci prova due volte il Taranto con Oggiano e la Nocerina con Carrotta, per entrambi niente di fatto.

Nei secondi 45 minuti la gara, dopo una conclusione di Manzo per il Taranto e il solito Liurni per la Nocerina, parte molto bene il Taranto che al 49‚Ä≤ ci prova con Croce che calcia in porta e colpisce il palo. La Nocerina comincia a crescere si va a vedere in avanti con alcuni cross insidiosi come al 59‚Ä≤ con Liurni per Cristaldi che però la mette troppo su Sposito. Al 64‚Ä≤ contropiede del Taranto con Scolavino che sbaglia l’uscita, Genchi prova a tirare e Calvanese devia, ci prova poi Croce e De Siena salva sulla linea. La legge del calcio è fatale: gol sbagliato e gol subito. Al 67‚Ä≤ Mincione serve Liurni che entra in area di rigore ed incrocia sul palo più lontano. Il Taranto prova a reagire al 70‚Ä≤ con Scolavino che viene salvato dal duo D’Anna e Carrotta. Al 72‚Ä≤ Guaita serve Favetta il quale ci prova di rovesciata, la palla va fuori. Al minuto 76 la Nocerina ha l’occasione per raddoppiare: cross millimetrico di Cristaldi per Liurni che però calcia troppo addosso a Sposito. Gara bellissima, in contropiede i pugliesi hanno una grossa chance con Guaita che serve Favetta che però di testa la colpisce fuori. Nei sei minuti di recupero concessi dal direttore di gara, i molossi tengono bene e portano a casa tre punti meritatissimi.