Nocerina. 0-0 scialbo a Sassari, la traversa e Volzone salvano i rossoneri

Pari ad occhiali in quel di Sassari tra Latte Dolce e Nocerina: i molossi confermano il trend negativo lontano dalle mura amiche e collezionano il terzo pari consecutivo in trasferta, rischiando di capitolare sul finale di gara salvati dall’estremo difensore Gianluca Volzone.

Mister Cavallaro cambia pochissimo rispetto all’11 che ha vinto tre giorni fa col Gladiator al Novi, tra i pali c’è ancora Volzone, con Rizzo e Donida c’è il rientrante Morero nei 3 di difesa, a centrocampo Vecchione torna titolare dopo la squalifica con Donnarumma e Petito, Katseris a sinistra e Garofalo a destra, in avanti a sorpresa De Julis parte dalla panchina, con l’imprescindibile El Bakhtaoui c’è Sorgente dal 1′.

Nel primo tempo si parte a buoni ritmi, ma le occasioni da gol latitano: al 13′ la prima chance della gara che è di marca sarda con Kone che  in area prova a smarcarsi e calciare, Donida ci mette una pezza. Bisogna arrivare al minuto 26 per annotare la prima palla gol della Nocerina: Vecchione con un tiro-cross sugli sviluppi di un calcio d’angolo va vicinissimo allo 0-1. Dopo un colpo di testa al 32′ del sempre pericoloso Kone neturalizzato da Volzone, al 35′ Sorgente ha tra i piedi la più nitida palla gol della prima frazione da gioco: l’attaccante rossonero si libera della marcatura di un avversario ed incrocia bene sul secondo palo, provvidenziale l’intervento di Cabeccia sulla linea di porta a sventare la minaccia.

Dopo soli 3 minuti dall’inizio della ripresa il Latte dolce va vicinissimo al vantaggio: su un calcio di punizione dai 20 metri da posizione decentrata Scotto colpisce la traversa con un tiro potente che, fortuna della Nocerina, non si abbassa al momento giusto. Al 56′ mister Cavallaro prova a dare una sterzata alla gara con un triplo cambio: entrano Esposito, Dammacco, De Iulis a discapito di Petito, Garofalo e Sorgente. Cinque minuti più tardi è proprio il neo entrato Dammacco a servire un ottimo assist per l’onnipresente Vecchione, l’estremo difensore sardo Urbetis smanaccia in angolo. Tra il 72′ ed il 78′ i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio: poco dentro l’area di rigore Sartor prova il tiro dalla posizione defilata sulla destra, la conclusione sbilenca termina di molto al lato, prima dell’ottima parata di Volzone sulla punizione di Palmas che prova a sorprendere l’attentissimo pipelet rossonero. In pieno recupero è ancora l’estremo difensore a salvare la Nocerina sulla conclusione dalla distanza di Cali, con le squadre che tornano negli spogliatoi con uno 0-0 che serve a poco per la classifica di entrambe, con il Latte Dolce chegalleggia sulla zona playout e la Nocerina che vede avvicinarsi -seppure a distanza- Carbonia e Savoia ma soprattutto non approfitta del passo falso delle prime della classe per accorciare in vetta.

IL TABELLINO DELLA GARA:
SASSARI LATTE DOLCE (4-3-2-1): Urbietis; Pertica, Cabeccia, Antonelli, Mukay; Bianchi, Pisanu (37’st Marcangeli), Piga (20’st Cali); Kone (29’st Palmas), Scotto (29’st Scanu); Sartor. A disp. Garau, Arzu, Tuccio, Grassi, Pulina. All. Fossati
NOCERINA (3-5-2): Volzone; Rizzo, Morero, Donida; Katseris, Vecchione, Donnarumma, Petito (11’st Esposito), Garofalo (11’st Dammacco); El Baktaoui (46’st Talamo), Sorgente (11’st De Iulis). A disp. Scarpati, Sandomenico, Dammacco, Esposito, Pisani, Fois, Saporito. All. Cavallaro
Arbitro: Pietro Campazzo di Genova
Assistenti: D’Ottavio e Cirillo
NOTE:
Ammoniti: Scotto (SLD), Katseris (N), Pertica (SLD)  Angoli: 5-7. Recupero: 0’pt; 4’st