Napoli United, il big match con l’Ischia termina in parità

C’è il rammarico per un pareggio arrivato nel finale ma dall’altra parte c’è la bellezza di una gara e di una squadra che continua a fare bene e a stupire sempre di più nonostante il Napoli United non sia più una sorpresa ma una realtà straordinaria. Bello, ordinato, concreto con ottimo possesso e fraseggio ma a volte non basta soprattutto se si incontra una signora squadra come l’Ischia. Non è un caso che le due compagini sono lì su in classifica, in una graduatoria serratissima con le squadre delle prime posizioni concentrate in pochi punti.

La gara si apre con un minuto di silenzio per ricordare le vittime della tragedia che ha interessato Casamicciola con l’esposizione di striscioni di solidarietà per la popolazione isolana. I leoni partono subito forti e al 5′ minuto arriva la prima occasione con Cittadini sulla sinistra che cambia gioco sul fronte opposto per Arario che aggancia bene e va al tiro ma Gemito para. Al 7′ sospetto rigore per i padroni di casa con uno scatenato Pelliccia che fa tutto da solo, entra in area e viene messo giù.

Per l’arbitro si può proseguire. L’Ischia si vede all’undicesimo con Matute che viene per fortuna anticipato da Akrapovic. Al 14′ ancora pericolosi gli ospiti con Longo che sfrutta un contropiede e serve Simonetti fermato da Ascione. Al 22′ punizione sulla destra, quasi sul fondo, per lo United. Sulla battuta va Cittadini che mette al centro dell’area per Baumwollspinner che da due passi non la corregge in porta. Al 30′ ci riprova il Napoli United con Cittadini che va di testa servito dalla destra da Arario ma Gemito risponde presente. Al 32′ però il disimpegno pericoloso all’indietro dello United favorisce l’Ischia che recupera palla.

Simonetti serve Longo che a sua volta passa a Brienza che si presenta a tu per tu con Ascione ma il suo tiro non è irresistibile. Al 40′ bella ripartenza dei locali con Arario che scarica il destro di poco alto.

Nella ripresa partono forti gli isolani con Matute che mette i brividi ad Ascione che si rifugia in corner. Poi buona occasione per Trofa al quarto che non controlla bene la palla da distanza ravvicinata. Al nono invece da segnalare la gran botta dalla distanza di Matute. Ma il gol del vantaggio per i gialloblu è sui piedi di Brienza che al 12′ vede prima l’opposizione dell’estremo difensore dei leoni e poi del palo. La rete dell’1-0, meritatissimo, è a firma di Blas Cittadini ed arriva al 28′ minuto. Punizione di Barone, raccoglie Baumwollspinner che fa da sponda a Cittadini che non fallisce. L’assalto degli isolani è continuo ma i leoni resistono e provano a raddoppiare.

Tanti i cambi da una parte e dall’altra (entrano per i leoni anche i neo acquisti Giordano e Gioielli) ed i minuti di recupero assegnati dal direttore di gara sono 5. Minuti fatali perché a 120 secondi dal termine arriva il gol dell’ex Padin bravo a sfruttare il cross di Simonetti e metterla dentro di testa per il definitivo 1-1. Gara bella e intensa con un pizzico di delusione per i due punti persi nel finale ma un bicchiere mezzo pieno per una grande prestazione che al momento vale ancora la prima posizione in classifica. Si torna in campo mercoledì 7 dicembre in casa del Pomigliano.

Napoli United – Ischia Calcio 1-1

NAPOLI UNITED: Ascione, Langella, Somma, Barone (39′ st Delgado Soares), Akrapovic, Oliva (14′ st Diakhaby), Arario (25′ st Giordano G.), Baumwollspinner, Renelus (25′ st Gioielli), Cittadini, Pelliccia. A disposizione: Zanfardino, Annunziata, De Marco, Fucile, Carpetti. Allenatore: Maradona

ISCHIA CALCIO: Gemito, Florio, Buono L. (32′ st Matarese), Matute, Chiariello, Mattera, Brienza (30′ st Padin), Trofa, Simonetti, Arcamone M. (37′ st Patalano), Longo (36′ st De Luise). A disposizione: Mazzella, Arcamone G.G., Buono S., Ballirano, Pesce. Allenatore: Buonocore

ARBITRO: De Angelis di Nocera Inferiore

ASSISTENTI: Napolitano di Caserta e Cecere di Caserta

MARCATORI: 27′ st Cittadini (NU), 47′ st Padin (IC)

NOTE: Ammoniti: Simonetti (IC)