Napoli. Ufficiale, Osimhen è un nuovo giocatore degli azzurri

Adesso è ufficiale, Victor Osimhen è un nuovo giocatore del Napoli. Dopo una lunga ed estenuante trattativa, la società del presidente Aurelio De Laurentiis ha messo a segno il suo primo colpo estivo. Il club partenopeo si è assicurato l’attaccante nigeriano classe 1998, raggiungendo con il Lille del patron Gérard Lopez un’intesa sulla base di 70 milioni di euro più 10 di bonus pagabili in cinque anni. Alcuni di questi bonus sono al quanto difficili da raggiungere e sono legati soprattutto ai piazzamenti futuri in Champions League (dai quarti di finale alla vittoria del trofeo). Parte di questa cifra andrà nelle casse dello Charleroi, club belga che nel 2019 ha venduto  il giocatore al Lille garantendosi il 15% sulla futura rivendita. Nell’operazione sono rientrati due calciatori azzurri, ovvero, Orestis Karnezis, stanco di ricoprire il ruolo di terzo portiere e i tre calciatori della Primavera azzurra, ovvero, Claudio Manzi (difensore centrale classe 2000), Ciro Palmieri (attaccante classe 2000) e Luigi Liguori (attaccante classe 1998 che ha fatto l’ultimo anno in prestito alla Fermana in Serie C). Per i 4 giocatori, il Lille pagherà circa 20 milioni di euro

Con Victor Osimhen ed il suo entourage, è stato trovato un accordo per un contratto quinquennale, ossia, fino al 2025. Il giovane attaccante di Lagos, reduce da una buona stagione con il Lille (38 presenze, 18 gol e 6 assist), percepirà 4 milioni di euro. In questa nuova avventura tinta di azzurro, la sua prima in Italia, Victor Osimhen, diventato di conseguenza l’acquisto più oneroso della storia del Napoli, indosserà la maglia numero 9. L’ultimo ad averla vestita è stato un certo Gonzalo Higuain. A dare l’ufficialità dell’operazione è stato lo stesso presidente dei partenopei Aurelio De Laurentiis attraverso il proprio profilo Twitter: “Benvenuto Victor!”.

Poco dopo è stato proprio Victor Osimhen a twittare, esprimendo la sua gioia per il trasferimento agli azzurri: “Non vedo l’ora di indossare questa storica maglia, grazie a tutti per la calda accoglienza. Napoli è come Lagos. Mamma e papà (entrambi scomparsi, ndr) ne saranno sicuramente fieri”.

 

 

Nunzio Marrazzo 

Condividi