Napoli. Tra possibili arrivi e addii: gli azzurri si muovono sul mercato

L’inizio del nuovo anno porta con se, almeno nel mondo del calcio, l’apertura della finestra invernale del calciomercato. Il Napoli, come le altre società, non si sottrae alle dinamiche di mercato osservando e operando per le possibili operazioni sia in entrata che in uscita.

POSSIBILI OBIETTIVI – Sembra proprio che gli azzurri abbiano raggiunto un’intesa di massima col Genoa per portare in azzurro Christian Kouam√©, su di lui anche Valencia, Milan e Everton. Resta da trovare solo l’accordo economico, dove oscilla una differenza di 5 milioni tra domanda e offerta Un’operazione che porterà Aurelio De Laurentis a sborsare 20 milioni bonus compresi, anche se la richiesta di Preziosi era di 25 milioni, l’accordo però sembra essere vicino alla conclusione positiva. Si allontana inevece Nicolò Barella, il centrocampista del Cagliari cercato anche dall’Inter potrebbe essere stuzzicato da una nuova corteggiatrice, il Chelsea. Il club londinese è pronto a versere 50 milioni nelle casse dei sardi pur di regalare a Maurizio Sarri il talentuoso centrocampista classe 1997. Infine, c’è un forte interesse per il centrocampista Agustin Almendra del Boca Juniors, che potrebbe già arrivare in questa sessione di mercato, ma occhio alla concorrenza del Valencia.

TRE BIG IN USCITA – Non di certo ora, ma probabilmente a giugno il Napoli saluterà tre idoli del “San Paolo”, vale a dire Marek Hamsik, Jos√© Maria Callejon e Dries Mertens. Partendo dal belga, questi compierà 32 anni a fine stagione e insieme al club azzurro stanno valutando sul suo futuro. Situazione diversa quella di Callejon e di Hamsik, sempre 32enni, ma con il contratto in scadenza nel 2020. Marek è interessato a nuovi discorsi remunerativi, l’interesse dalla Cina e per la Cina c’è ancora e tutto potrebbe accelerarsi nel caso del suddetto arrivo di Almendra. Invece, per l’ex Merengues il futuro è tutto da scrivere, ha una clausola rescissoria di 23 milioni che frena le possibili interessate allo spagnolo.

Gianfranco Collaro