Napoli. Quando la fortuna ed Higuain non girano. Azzurri fuori dall’Europa

Si decide tutto sotto gli occhi dei tifosi azzurri. C’è bisogno del miglior Napoli per ribaltare un risultato non di certo proibitivo, ma in un certo senso pesante a causa della compattezza della squadra del Villarreal.

IL MATCH – Prima palla per gli azzurri, ma subito pressing giallo da parte degli spagnoli. Un brivido, per l’occasione di Bakambu parata da Reina. Un Napoli che sembra intimidito, forse bloccato psicologicamente dai risultati non del tutto positivi, due sconfitte e un pareggio nelle ultime tre. Arriva poi il gol di Hamsik, una perla dello slovacco che vuol dire 80¬∞ gol con la maglia azzurra, il 47¬∞ al San Paolo e tutto cambia. Il Villarreal ogni tanto si fa vedere avanti anche a causa di qualche errore di impostazione, ma gli azzurri sono molto più aggressivi e molto più cattivi. Tra i tre davanti Mertens pare quello più vivace e anche più egoista. Si invola per un contropiede dopo che il Villarreal ha battuto il quinto calcio d’angolo, Viene atterrato da Rukavina che rischia perchè l’aggancio viene a pallone lontano. Poi ancora Mertens si guadagna un fallo su intervento di bruno Soriano. Lo stesso belga fa sfiorare a Gaspar l’autogol: il pallone ha colpito in pieno il sette. Sul finale ancora una palla gol per il Napoli. neanche a dirlo è Mertens che calcia e sfiora il gol, ma il pallone scivola fuori. Al tiro sono andati anche Insigne e David Lopez. Quest’ultimo con una botta centrale che Areola para facilmente. Higuain è un po’ opaco. Hamsik brilla. Il secondo tempo inizia con un monologo azzurro, per poi trasformarsi in una tragedia partenopea. nei primi minuti il Napoli sfiora in almeno due occasioni il raddoppio, ma poi rischia su deviazione di Rukavina che va per servire Bakambu, ma Reina esce e gli togli il pallone dai piedi. Hysaj provvidenziale allontana in fallo laterale. Villarreal ancora avanti poi Pina calcia, crossa, ma la dea bendata iberica fa s√¨ che il cross del centrocampista spagnolo arrivi in porta con una parabola velenosa sulla quale il portiere del Napoli non può fare assolutamente nulla. Reazione partenopea. Mertens sembra tra i più lucidi, Higuain completamente evanescente non riesce a segnare neanche quando per la prima volta in due partite il Villarreal si lascia scappare una palla. L’argentino va verso la porta ma la manda alta. Pochi minuti dopo grande occasione anche per Insigne, che al posto di servire i compagni al centro cerca il tiro da posizione defilata. Pallone direttamente in Curva A. I minuti scorrono, il Sottomarino giallo è compatto, il Napoli seppur con ritmi bassi è sempre in area spagnola. Areola salva due volte, una su Mertens ed un’altra su Insigne. Poi Chiriches che era in avanti e poteva essere servito da un pallone che avrebbe significato gol, ma Higuain intralcia il compagno e occasione sfumata. Fino al triplice fischio il Napoli è in area avversaria. Al 93¬∞ minuti il Napoli esce con pareggio dal San Paolo, quello più doloroso. Azzurri fuori dall’Europa League, con recriminazioni in entrambe le partite.

Cristina Mariano