TIM CUP – Napoli-Fiorentina 1-0. Azzurri in semifinale all’insegna del tandem Hamsik-Callejon

Napoli-Fiorentina, che fascino! La sfida tra le due squadre non delude mai le aspettative. Tanto agonismo, tanto nervosismo, ma soprattutto spettacolarità nel gioco. Il Napoli passa e va in semifinale grazie al gol di Callejon, che con una inzuccata servita dall’ottimo assist di Hamsik.

Un primo tempo di marca azzurra, con la difesa della Fiorentina che resta sempre sulle corde e prova con le cattive a fermare il reparto avanzato del Napoli. Davanti alla porta c’è un Tatarusanu in grande spolvero, che almeno in un paio di occasioni clamorose nega il vantaggio alla squadra di casa. Il Napoli gioca con la cattiveria ce ha contraddistinto le sue ultime uscite. L’assenza di Sarri non pesa nella motivazione degli undici in campo. Qualche cambio rispetto alla partita con il Milan, chance a Pavoletti, con tanta voglia e tanto impegno, ma che ancora non riesce a bagnare con il gol la sua prestazione. Poca precisione nella conclusione e palloni alti.

Il nemico pubblico numero uno, però, per i viola è Callejon, che rischia seriamente si rimetterci una gamba o il naso. L’ala spagnola vola in difesa ed in attacco, indistintamente ed instancabilmente.

Per la Fioretina pericolosi Kalinic e Chiesa, che sulla fascia fa sudare le sette camicie a Strinic, diventato sempre più un pilastro di quel lato di campo. Paulo Sousa non si affida ai titolarissimi, ma non per questo la sua squadra non mette in pericolo il risultato. Decisivi gli interventi di Reina, in stato di grazia, che salva il risultato con parate in uscite plastiche.

Nel secondo tempo, almeno nei primi minuti, più Fiorentina, tant’è che il Napoli inizia con il piede sul freno, quasi sorpreso dalla veemenza dei gigliati. Il tempo, però, permette alla squadra di Calzona di riordinare le idee e ricominciare a pressare alto sull’avversario alla ricerca quasi disperata del gol del vantaggio. Il risultato resta bloccato per gran parte della ripresa e oltre al ritmo sale anche il nervosismo. Le due squadre terminano con un uomo in meno: per gli azzurri Hysaj, punito dalla doppia ammonizione dopo aver sostituito Strinic infortunatosi; per la Fiorentina Masi Oliveira in seguito alla simulazione di un colpo.

Nell’intermezzo tra il nervosismo e le espulsioni arriva il gol di Callejon sul suggerimento di Hamsik. Il Napoli ha l’occasione anche di allungare con un tiro dalla distanza di Diawara, che prova ad approfittare della posizione avanzata di Tatarusano. Il portiere rumeno, però, riesce a deviare e a salvare. Nel finale, in pieno recupero, altra occasione sprecata da Insigne. Partito in contropiede due contro uno si attarda a servire Mertens, che recuperato dagli altri giocatori della Fiorentina non riesce ad insaccare.

Al triplice fischio arriva il successo per gli azzurri, che volano in semifinale in attesa di scoprire la sua prossima avversaria. Domani, infatti si sfideranno Milan e Juventus per il secondo posto nella semifinale.

Cristina Mariano

Condividi