NapolI Femminile che impresa, stesa la Lazio e primato conquistato

LAZIO-NAPOLI FEMMINILE 1-2

MARCATORI Seghir 18’, del Estal 28’ p.t., Fulhendorf (L) 18’ s.t.

LAZIO (4-3-1-2) Guidi; Pittaccio, Kakampouki (dal 24’ s.t. Khellas), Varriale, Pezzotti (dal 1’ s.t. Toniolo); Castiello, Eriksen (dal 46’ s.t. Palombi), Condon; Moraca (dal 28’ s.t. Colombo); Visentin, Fulhendorf (Natalucci, Savini, Palombi, Giuliano, Proietti, Jansen). All.: Catini

NAPOLI FEMMINILE (4-3-1-2) Copetti; Di Bari, Di Marino, Veritti, De Sanctis; Giacobbo, Mauri, Sara Tui; Seghir (dal 31’ s.t. Ferrandi); del Estal (dal 44’ s.t. Landa), Gomes (dal 24’ s.t. Pinna) (Tasselli, Di Bari, Franco, Nozzi, Puglisi, Toomey). All.: Seno

ARBITRO: Tona Mbei di Cuneo (Magherini-Macripò)

Note: spettatori 350 circa con folta rappresentanza ospite, terreno di gioco in ottime condizioni e giornata primaverile. Amm.: Pittaccio (L), Gomes, Copetti, Landa (N). Rec.: 2’ p.t., 6’ s.t.

Una impresa monumentale del Napoli Femminile, che ha battuto la Lazio a domicilio e l’ha scavalcata in classifica conquistando così la vetta a tre giornate dalla fine. Decisivo il primo tempo straordinario delle azzurre che nella ripresa hanno contenuto il rientro delle capitoline.

Seno ha scelto Di Bari a destra con Seghir trequartista in luogo dell’assente Tamborini. Tante ex nelle fila ospiti, ma inizialmente una sola in campo: Moraca. Avvio a ritmi bassi compice il primo caldo e con solo un paio di spunti di Pittaccio e Mauri. Al 18’ però Seghir ha rotto l’equilibrio con un mancino all’angolino alto su assist di Gomes: per l’ex doriana primo gol in maglia azzurra.

Dopo dieci minuti del Estal ha raddoppiato di testa su respinta corta di Guidi dopo una punizione di Mauri che ha colpito anche la traversa: per la spagnola gol numero 12 in campionato (13 in stagione). Guidi si è riscattata al 40’ parando il colpo di testa con il quale Di Marino ha sfiorato il tris su punizione di Seghir.

Ad inizio ripresa la Lazio ci ha provato con la neo entrata Toniolo, poi Fulhendorf di testa ha colpito il palo su cross di Castiello con Di Marino che poi ha salvato su Visentin. Copia incolla al 18’ con punizione di Toniolo e incornata all’angolino di Fulhendorf per il gol che ha riaperto la gara. A quel punto il Napoli ha provato con coraggio a riproporsi in avanti, ha contenuto e rischiato poco portando a casa tre punti di platino.