Napoli-Empoli 3-2. Azzurri a fatica volano ai quarti di Coppa Italia

Il Napoli con grande fatica stacca il pass per i quarti di final di Coppa Italia, dove attende la vincente del match tra Roma e Spezia. La squadra di Gattuso è riuscita a superare gli ottavi contro un Empoli molto abile a mettere in difficoltà gli azzurri. Una girandola d’emozioni allo stadio Diego Armando Maradona, dove i toscani, mai domi, riprendono due volte i partenopei prima di capitolare. Ma riavvolgiamo il nastro.

All’avvio consueta fase di studio, le due squadre gradualmente alzano il ritmo della partita. Si gioca sull’imperfezione dell’avversario, se da una parte l’Empoli prova a ripartire velocemente, dall’altra gli azzurri cercano col possesso palla di costruire occasioni da rete. I toscani provano a colpire, ma mancano di cattiveria, mentre Lozano si vede deviare in angolo da Furlan una velenosissima conclusione. Trascorso il quarto d’ora di gioco il risultato è ancora fermo sul pareggio e la partita in perfetto equilibrio. La gara, però, si sblocca poco dopo e in favore dei partenopei, che vanno in vantaggio con Di Lorenzo, bravo a soprendere tutti di testa per beffare l’estremo empolese. La rete è un’iniezione di fiducia per gli uomini di Gattuso, il gioco diventa più fluido e la manovra più pimpante. Gli ospitini provano a reagire, con tranquillità e senza affanni, andando vicino al pareggio con Matos, che in arcobazia mette qualche pensiero a Meret. L’insistenza dell’Empoli viene premiata dalla rete del pareggio di Bajrami, una perla sul secondo pale su cui l’estremo difensore azzurro non riesce ad opporsi. Un pari che dura molto poco, perchè il Napoli ingrana la marcia e con un bolide perfetto da fuori area, da parte di Lozano, passa nuovamente in vantaggio. La prima frazione di gioco si conclude con gli azzurri in vantaggio di misura sull’Empoli.

Alla ripresa delle ostilità, i partenopei sembrano in pieno controllo della gara, anche se gli ospiti restano in partita, provando a creare qualche pensiero alla retroguardia azzurra. Il cronometro gira e il Napoli non riesce a chiudere la partita, mentre la squadra di Dionisi cresce e trova il pareggio con un altro colpo da biliardo di Bajrami. Entrano Fabian Ruiz e Zielinski per dare nuova manvora alla squadra di Gattuso. Koulibaly e compagni soffrono le offensive degli avversari, ma riescono a riportarsi avanti con Petagna, che dopo un rimpallo in area di rigore su calcio d’angolo, manda in rete il pallone. Subita la rete, l’Empoli non demorde e cerca in tutti i modi di raggiungere il pareggio, senza però concedere il fianco agli avversari. Il Napoli non riesce a chiudere i conti, soffrendo fino alla fine le offensive degli ospiti. Il match finisce così, gli azzurri approdano ai quarti di finale, riuscendo a trovare una vittoria contro un Empoli, che esce a testa alta dal terreno di gioco e che probabilmente avrebbe meritato di più.

TABELLINO DI GARA
SSC NAPOLI 1926 – EMPOLI FC: 3-2 (2-1 pt)

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Rrahmani, Ghoulam; Demme (88′ Bakayoko), Lobotka (70′ Zielinski); Lozano, Elamas (70′ Fabian), Politano (61′ Insigne); Petagna (88′ Llorente). A disposizione: Ospina, Contini, Hysaj, Maksimovic, Mertens, Cioffi. Allenatire: Gennaro Gattuso

Empoli (4-1-2-1-2): Furlan; Zappella, Viti, Casale, Terzic (85′ Asllani); Damiani; Ricci S., Haas (62′ Cambiaso); Bajrami (85′ Baldanzi); Olivieri (72′ La Mantia), Matos (62′ Moreo). A disposizione: Brignoli, Fiamozzi, Pratelli, Fiamozzi, Nikolau, Parisi, Romagnoli, Stulac. Allenatore: Alessio Dionisi

direttore di gara: il signor Antonio Giua della sezione di Olbia
assistenti: i signori Marco Scatragli della sezione di Arezzo e Andrea Zingarelli della sezione di Siena
IV ufficiale: il signor Manuel Volpi della sezione di Arezzo
VAR: il signor Aleandro Di Paolo della sezione di Avezzano
AVAR: il signor Salvatore Longo della sezione di Paola

marcatori: 18′ Di Lorenzo (N), 33′ e 68′ Bajrami (E), 38′ Lozano (N), 77′ Petagna (N)

ammoniti: Olivieri (E)
espulsi: //
angoli: 5-2
recuperi: 0’pt, 3’st