Marian Futsal. Il tecnico De Pascale suona la carica: “Saranno tutte finali”

Alla vigilia della 20^ giornata, la redazione di Sport Campania ha intervistato Alessandro De Pascale, tecnico della Marian Futsal. Domani a Casagiove arrivano gli Stregoni Five Soccer, l’allenatore a tutto tondo tra progetti e ispirazioni, ecco l’intervista completa.

Un piede sulla vetta e la volontà di tenerlo sino alla fine, quali prospettive?
“Diciamo che personalmente non mi aspettavo di essere in vetta a questo punto della stagione, con un +4 su dirette concorrenti come Cales, Junior Domitia e Due Torri, squadre che rispetto a noi erano partite con ambizioni di promozione. Però nessuno ti regala niente quindi ci teniamo stretto questo primato sperando di gioire a fine campionato”.

Il mercato di dicembre ha portato ulteriore linfa ad una squadra già pronta, chi ha stupito maggiormente finora?
“A mio avviso non credo fossimo una squadra già pronta, soprattutto perch√© c’erano diversi principianti, tranne alcuni elementi, come i due Palumbo e Ciro Giordano. Direi che la squadra era in assemblaggio, perch√© non tutti facevano calcio a 5 lo scorso anno e qualcuno veniva dalla serie D. Per quanto riguarda il mercato di dicembre , direi che Offreda ci ha dato qualche soluzione offensiva e qualche gol in più, ma se devo dirla tutta il nostro acquisto è stato Davide Alfano. Un ragazzo che negli ultimi campionati aveva avuto un ruolo marginale, lo voglio elogiare perch√© è un ragazzo straordinario, voglioso e con un cuore enorme, che ci sta dando una grossa mano in campo. Ad ogni modo chi mi ha stupito davvero è l’intero gruppo, ragazzi disciplinati ed umili con i quali c’è un gran rapporto di bene reciproco”.

Sette giornate al termine, può cambiare ancora molto?
“Indubbiamente. Come già detto in precedenza saranno gli scontri diretti a decidere tutto”.

Cales, Junior Domitia e Due Torri, tre gare importanti sul percorso finale, il destino nelle vostre mani?
“Credo molto nel destino e nella buona sorte, noi daremo sempre il massimo, sperando che la fortuna non ci volti le spalle”.

C’è un allenatore che più ti ha insegnato da giocatore è quello a cui più ti ispiri?
“Il mio maestro in questa disciplina è Gerardo Lieto, è stato lui ad insegnarmi le basi di questo sport. L’allenatore a cui mi ispiro? Non è un tecnico di calcio a 5 ma di calcio, si tratta di Antonio Conte, perch√© mi immedesimo molto in lui per la grinta e per la voglia che trasmette ai propri giocatori”.

Sabato una sfida da non sottovalutare contro gli Stregoni Five, quale pronostico?
“Avremo di fronte una signora squadra, che annovera giocatori di categoria superiore come Serino, Aquino, Pisani e altri. Sono sicuro ci daranno filo da torcere e dovremo restare attenti fino all’ultimo secondo. Pronostico? Sarebbe stupido non pensare di vincere, dico 3-2 per noi”.