Manolas sull’addio al Napoli: “Non parlo per rispetto, ma chiedete a De Laurentiis”

A distanza di quattro mesi dal suo addio al Napoli, parla Kostas Manolas e lo fa attraverso la versione on line di La Repubblica. Il centrale greco parla del suo addio agli azzurri attaccando la società di De Laurentiis.

“Il primo anno con Ancelotti non era iniziato male, poi se non arrivano i risultati, normale che i tifosi se la prendano con i nuovi arrivati. Con Gattuso avevamo vinto la Coppa Italia, l’anno dopo abbiamo perso la Champions League per una partita sbagliata, ma durante la stagione sono mancati giocatori come Koulibaly, Mertens e Osimhen”. – Spiega Manolas, che sul suo addio al Napoli è diretto – “Bisogna chiederlo a De Laurentiis. Ci sono stati dei problemi con il club, ma per rispetto dei miei compagni che sono ancora li, non ne voglio parlare. Grecia? L’ho voluto fortemente, volevo sentirmi amato dai tifosi e dalla società, sapevo che qui avrei trovato questo”.

In patri per ritrovare un posto da titolare: “A Napoli quest’anno ho vinto le prime quattro partite, poi sono stato messo da parte, ma non ho capito il perchè. Ho fatto un errore con la Juventus, vero, ma non pensavo di meritare l’esclusione. Spalletti? Non si discute come allenatore, tra i migliori che abbia conosciuto. Il rapporto non è stato il migliore in assoluto, ma ci siamo lasciato bene, ci siamo salutati con affetto e gli ho fatto il mio in bocca al lupo”.