Maddalonese. Basta Guglielmo per superare la Neapolis

Maddalonese di “corto muso” contro un Neapolis mai domo e tre punti pesantissimi in chiave salvezza. La formazione di mister Valerio si aggiudica una partita fondamentale grazie alla settima rete stagionale di Guglielmo. Un gol che porta i granata a quota 30 in classifica, distanziando di dieci punti proprio gli avversari odierni. In questo momento, dunque, sarebbe scongiurata la coda dei playout.

Ovviamente è ancora presto per poter dormire sonni tranquilli, visto che il calendario propone quasi tutte sfide con chi è ancora impigliato nella lotta per non retrocedere (Mondragone, Sant’Antonio Abate e Forio, rigorosamente da affrontare in trasferta).

Il successo contro il Neapolis, però, può avere un valore importante. Vittoria arrivata con un secondo tempo stradominato che poteva rendere ancora più rotondo il risultato. Sprazzi di bel gioco e soprattutto la grinta necessaria vista in campo, dopo una prima frazione di gioco avara di emozioni e mordente con i padroni di casa a sbattere contro la tigna degli avversari che, almeno per i primi quarantacinque minuti, hanno giocato senza timori reverenziali.

Pingue e De Rosa autentici guerrieri, Percope solito riferimento inossidabile, Viscovo sicuro, Dino Fava vero leader, autore di una gara di sacrificio e generosità dove è mancata solo la rete. Maddalonese che parte senza Colella e Zacchia e con Barletta in panchina a rimarcare una situazione infortuni non proprio fortunata. Cerreto in porta dal primo minuto e Neapolis che perde Catena dopo sette minuti. Dopo dieci minuti, è Viscovo ad inventarsi la giocata con un tiro da distanza siderale destinato all’incrocio che chiama Bardet alla prodezza. Sarà solo il primo grande intervento del portiere nettamente migliore in campo tra le sue fila.

Al 17’ grande occasione per il Neapolis con Barretta che incrocia su passaggio filtrante e si presenta da solo davanti a Cerreto costringendo la difesa a sventare il pericolo. Al 19’ sfora il vantaggio la Maddalonese con Fava che si inserisce benissimo su suggerimento di Guglielmo ma trova la pronta respinta con i piedi del portiere avversario. Primo tempo che si trascina via con poche annotazioni con la Maddalonese alla perenne ricerca del guizzo che non arriva. La ripresa è un autentico monologo anche se bisogna attendere il 94’ per legittimare la supremazia territoriale.

Al 55’ l’azione decisiva con il lancio di Pingue per Guglielmo che mette in azione la galoppata dirompente che si conclude con la botta vincente che vale l’1-0.

I granata trovano fiducia nei propri mezzi e non si contano le occasioni per raddoppiare. Al 70’ azione personale di Martinelli con annesso dribbling e tiro a giro di poco sulla traversa. Al 72’ cross dalla destra di Gugliemo, il tuffo di testa di Fava è perfetto così come la respinta in angolo di Bardet. Al 75’ cucchiaio da applausi di Fava ma il salvataggio del portiere è strepitoso. Al 77’ dalla distanza di De Rosa di poco alto, all’87 ancora Fava con tiro a botta sicura smorzato dal difensore. Maddalonese che torna alla vittoria dopo un mese e sono tre punti dolcissimi.

Guglielmo, Maddalonese

Guglielmo, Maddalonese

MADDALONESE-NEAPOLIS 1-0

MADDALONESE: Cerreto, Viscovo, Percope, Capogrosso, De Fenza, De Rosa (89’ Di Costanzo), Della Ventura (21’ Verdicchio), Pingue, Guglielmo, Martinelli (83’ Barletta), Fava. A disp.: Domigno Saputo, Romagnoli, Pontillo, Alfano, Coppola. Allenatore: Valerio

NEAPOLIS: Bardet, Lanzillo, Pollice, Varriale (75’ Pirone), Tufo, Terribile, Vallefuoco, Esposito, Catena (7’ Salazano). A disp.: Chiariello, Peluso, Galasso, Filiù, Di Lillo, Ferro, Criscuolo. Allenatore: Peluso

ARBITRO: Esposito di Ercolano

MARCATORE: 55’ Guglielmo

AMMONITI: De Rosa, Verdicchio, Scuotto, Pingue

NOTE: spettatori 150 circa, angoli 17-1