LND, continua la “mattanza” dei portieri non più under: regole da revisionare

Continua la mattanza dei calciatori ex under nei campionati dilettantistici, in particolare per i portieri. Più volte ci siamo soffermati su questo delicato argomento che meriterebbe di essere approfondito da parte della LND. Il regolamento riguardante gli under continua a penalizzare numerosi portieri i quali, varcata la soglia d’età, rischiano seriamente di dover terminare anzitempo la loro carriera. Attualmente sono circa un centinaio tra Serie D ed Eccellenza i portieri classe ’98 rimasti senza squadra, uno tra questi è l’ex Juve Stabia, Agropoli e Portici Giampaolo Montella (nella foto). L’estremo difensore napoletano quando militava nella Juve Stabia fu perfino visionato dalla Juventus che all’epoca fu vicina al suo ingaggio, è quindi assurdo ritrovarsi dal possibile coronamento di un sogno al ritrovarsi senza squadra a causa di regolamenti assurdi che andrebbero assolutamente rivisti. Altro esempio è il portiere Andrea Capone, classe ’99 reduce da una grande stagione in Eccellenza con l’Agropoli dopo aver militato in Serie D con la Palmese. Capone risulta ancora essere under in Serie D ma molte squadre di Eccellenza, pur essendo interessate al ragazzo, non lo hanno potuto ingaggiare per la questione relativa agli under che in Eccellenza hanno un anno in meno. L’auspicio resta sempre lo stesso, ovvero quello di revisionare il regolamento per garantire un futuro a tanti calciatori che ogni anno si ritrovano fuori dal calcio immeritatamente.

Foto: Carol Violante