Livorno. Spinelli: “Nicola sta facendo bene. Paulinho? Proposta rifiutata”

“Nicola ha creato uno spirito di gruppo importante, i risultati sono arrivati l’anno scorso e speriamo arrivino anche quest’anno. Noi puntiamo alla salvezza, questo e’ il primo anno, dobbiamo cercare di fare tanti punti, perche’ arriveranno momenti difficili, ma abbiamo giocatori che hanno dimostrato che la categoria la tengono molto bene e i nuovi innesti si stanno inserendo. I giocatori sentono la voglia, la grinta e l’entusiasmo di voler vincere. Nicola, a meno che non arrivano grandi richieste di grandi squadre, rimane. Il Livorno cerca di rimane in Serie A, ma dobbiamo lottare”. Aldo Spinelli, presidente del Livorno, a Radio Anch’Io Sport, loda il suo allenatore, Davide Nicola, dopo il successo di ieri con il Catania. “E’ stata una bella vittoria contro un Catania che ha giocatori veramente importanti, piu’ che con il Sassuolo, il successo di ieri ha dato al Livorno una dimensione importante”. Nel successo con i siciliani e’ stato determinante Paulinho con una doppietta. “La proposta nelle ultime ore di mercato per Paulinho era di 10 milioni senza contropartite, ma l’abbiamo rifiutata. In Serie A i giocatori che fanno gol devi tenerli. Emeghara? E’ stata la trattativa piu’ lunga della mia storia calcistica. Faceva tutto lui, controllava tutto lui, gli agenti stavano zitti. Poi da’ tutto in campo ma nella trattativa mi ha estenuato e mi ha tirato via due, tre litri di sangue”, aggiunge il numero uno del Livorno che sul problema agenti sta con Lotito. “La componente procuratori porta via il 20-25% delle risorse alle societa’ di calcio”. Infine da tifoso genoano Spinelli parla del derby di ieri sera vinto dal Genoa per 3-0 contro la Samp. “C’era una sola squadra in campo, non so cosa sia successo alla Samp. Il Genoa credo meritasse ampiamente la vittoria. Non dimentichiamo che ha il centravanti della nazionale, e Calaio’ che noi abbiamo inseguito, ha una coppia di attaccanti fortissima, e poi ha un bel spirito di gruppo, che puo’ portarli lontano”. (adnkronos.com)

Condividi