Ligue 1 chiusa a tavolino e titolo assegnato, ecco cosa è accaduto in Francia

Notizia dell’ultima ora, la Lega Calcio francese (LFP) ha messo in operta le decisioni del governo, applicando i dispositivi conseguenza dell’epidemia da Covid-19 e decretando la chiusura definitiva della Ligue 1 per la stagione 2019/2020.

Il consiglio di Lega, inoltre, ha ufficializzato la cristallizzazione della classifica assegnando difatti il titolo al Pari Saint-Germain, che conquista il decimo campionato della sua storia. In Champions League andranno anche Marsiglia e Rennes, mentre il Lione dovrà accontentarsi del settimo posto che significherà l’addio alle coppe europee nella prossima stagione. Il Tolosa, invece, costretto a retrocedere, ma la società non ci sta e preannuncia battaglia – “Non potremo difendere, lealmente e sul campo, la possibilità di restare in Ligue 1 fino all’ultimo giorno – ha scritto Olivier Sadran allenatore dei viola – Ne siamo profondamente dispiaciuti. Vorrei quindi sottolineare con forza la mia posizione: qualsiasi decisione di retrocessione basata sulla classifica provvisoria alla fine del 27 o 28 ° turno sarebbe ingiusta, iniqua e infondata nella legge. Di conseguenza, una retrocessione costituirebbe un inaccettabile allontanamento dai principi di equità ed etica sportiva la cui LFP e FFF sono garanti. Qualsiasi decisione unilaterale di retrocessione costituirebbe una sanzione non prevista dalla normativa applicabile. Qualsiasi altra decisione, che non consenta al TFC di discutere in modo sportivo ed equo delle sue possibilità di mantenimento, sarebbe immediatamente contestata dinanzi ai tribunali competenti”.