Lega Pro. La sintesi della 23¬∞ giornata: la Salernitana manca l’aggancio alla vetta

Il Savoia batte l’Aversa Normanna con un solo gol, quello di Verruschi. Gragnaniello salva il risultato al 94¬∞ minuto. L’Ischia guadagna tre punti fondamentali per la sua posizione in classifica e per la sua permanenza nella Lega Pro. La vetta vacilla, il Benevento viene fermato da un pareggio a Foggia. La vetta resta giallorossa, grazie alla mancata vittoria della Salernitana. La Vigor Lamezia, infatti, sfiora l’impresa, fermando i granata sul pareggio. La Casertana batte con un gol di Rajcic la Paganese e si riprende il 4¬∞ posto, grazie anche alla sconfitta del Lecce. Pareggia anche la terza della classe, riacchiappata dal Barletta. La Juve Stabia perde l’occasione di racimolare qualche punto per avvicinarsi alle zone più alte.

SAVOIA-AVERSA NORMANNA 1-0: Dopo un inizio ricco di occasioni, la partita perde mordente anche a causa delle condizioni atmosferiche. La pioggia non dà tregua ai 22 in campo. La formazione di casa è quella che maggiormente impensierisce e fa tribolare i propri tifosi grazie allo occasioni gol che propone. Unica occasione dei granata nel primo tempo è quella di Mosciaro e Sassano al 7¬∞ minuto sulle quali Gragnaniello si comporta egregiamente. Il gol del vantaggio torrese arriva al 40¬∞ con un tiro dai 25 metri di Verruschi mirato all’incrocio dei pali. Lagormarsini non può fare nulla. Nel secondo tempo il ritmo ed il gioco sono spezzettati ma nei minuti finali l’Aversa aumenta la pressione. Il Savoia difende bene ma rischia, al 91¬∞ e al 94¬∞. Gragnaniello salva tutto. La lotta salvezza la vince la formazione biancoscudata.

ISCHIA ISOLAVERDE-MARTINA FRANCA 1-0: L’Ischia si affida al nuovo acquisto Millesi per cercare di raddrizzare la situazione della classifica. L’opera di rimonta inizia con il Martina Franca alla fine dei 90¬∞ minuti Maurizi ha ragione. Millesi nel corso della partita ha messo in difficoltà in divere occasioni la linea difensiva dell’avversaria, sfiorando in diverse occasioni il gol del vantaggio. Il risultato si sblocca solo al 57¬∞ minuto, proprio con l’attaccante ischitano, che ottimizza al massimo un assist pennellato di Massimo. Sempre Millesi e Iannascoli sfiorano anche il raddoppio, ma la partita rimane sull’1 a 0. L’Ischia raggiunge cos√¨ la 3¬∞ vittoria interna e resta nella zona calda della classifica del girone di C di Lega Pro.

FOGGIA-BENEVENTO 2-2: Rallenta il Benevento, che mette a rischio la vetta. Il Foggia ferma la capolista dopo una partita veramente emozionante e ricca di colpi di scena. Lo Stregone passa in vantaggio al 12¬∞ minuto con Eusepi, ma all’attaccante giallorosso risponde Vincenzino Sarno alla mezzora. Il secondo tempo è ancora più vivace del primo. Dopo aver rischiato la rimonta il Benevento si rimette in vantaggio con la doppietta personale di Eusepi. La partita prosegue con l’inerzia ed il risultato a favore degli ospiti, ma Gigliotti all’88¬∞ minuto beffa l’avversario trovando il pareggio con una cannonata dai trenta metri.

SALERNITANA-VIGOR LAMEZIA 2-2: Non ne approfitta la Salernitana, che produce all’Arechi, lo stesso risultato della diretta concorrente. La Vigor Lamezia sfiora l’impresa, ma viene ripresa all’ultimo respiro. Dopo un primo tempo insipido di emozioni, è la formazione calabrese a prendere in mano la situazione ed a sbloccare le marcature. Montella, più veloce di tutti, riesce a portare in vantaggio la sua squadra. I granata non percepiscono il pericolo e non sembrano voler recuperare lo svantaggio. I calabresi vanno, quindi, al raddoppio grazie ad un contropiede ben concretizzato da Improta. A questo punto la formazione di Menichini reagiscono ed iniziano a pressare l’avversaria. In nove minuti, dal 79¬∞ al 87¬∞ la Salernitana sistema la situazione, prima con Negro poi con Colombo. I granata restano secondi non cogliendo l’assist di aggancio dato dal Benevento.

CASERTANA-PAGANESE 1-0: Arriva l’ottava vittoria interna per la Casertana che riscatta la sconfitta della scorsa giornata di Lega Pro contro la Juve Stabia, e l’eliminazione dalla Coppa Italia di Lega pro di qualche giorno fa. La Paganese domina il primo tempo, ma spreca un’occasione monumentale. Fumagalli riesce ad evitare il gol con il piede. Nella ripresa è migliore la Casertana ed è proprio la formazione di Campilongo a sbloccare le marcature con un gol di Rajcic. Sugli sviluppi di un corner, al 63¬∞ minuto, Marruocco esce e lascia tutto lo spazio al giocato rossoblù per insaccare un pallone fondamentale. Da quel momento la Paganese non è più pervenuta. La Casertana si riprende il 4¬∞ posto, insediato temporaneamente dal Lecce sconfitto dalla Reggina, ma vincente nella scorsa giornata di campionato.

BARLETTA-JUVE STABIA 1-1: Pareggio meritato per la Juve Stabia, che non riesce a mantenere la scia delle prime due, approfittando dei loro pareggi. Le vespe passano in vantaggio con Nicastro che ottimizza un cross di Maiorano. Il Barletta si avvicina al pareggio colpendo una traversa. Nel secondo tempo la squadra di casa alza la testa e la Juve Stabia abbassa il ritmo di gara. Arriva quindi il pareggio con De Rose, anche grazie all’espulsione di Burrai.

Cristina Mariano

Condividi